Alberto Bettiol ammette l’errore al termine della tappa: “Ho sbagliato io – ha affermato ai microfoni di RaiSport – avevo le gambe di chi ha vinto ma purtroppo non ce l’ho fatta. Quando si hanno queste gambe bisogna vincere”. Terzo al traguardo, il successo per il corridore toscano non riesce ancora ad arrivare: “Sono partito lungo perché il computerino diceva 200m, ma erano trecento…”, ha anche spiegato il portacolori della EF-EasyPost, squadra che sta facendo un ottimo Giro d’Italia.

“Sono sempre più vicino alla vittoria, ormai non so su quante altre tappe potrò puntare perché adesso comincia il Giro quello vero da domani a Bergamo per i corridori di montagna. L’atteggiamento viene da una condizione buona”, ha spiegato il corridore toscano. Che ha anche voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa: “A chi scrive tanto di noi auguro di vivere ciò che abbiamo provato oggi sul Sempione. Non ho mai sentito così tanto freddo in vita mia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *