q Chi ha fatto fuori Roberto Sgalla? E la sicurezza passa in secondo piano? - Ultimo Chilometro

Chi ha fatto fuori Roberto Sgalla? E la sicurezza passa in secondo piano?

Siamo rimasti colpiti anche noi dal fatto che Roberto Sgalla sia stato “epurato” dalla Federazione Ciclistica Italiana. Più che altro anche noi ieri abbiamo ricevuto il comunicato stampa della Federazione nella quale veniva annunciato che Rcs Sport si sarebbe occupata di organizzare le prossime edizioni del Giro Donne e del Giro d’Italia Under 23, ma la comunicazione si limitava a questo.

Oggi, invece, il sito Ciclismoweb.net, a cura di Andrea Fin, annuncia una notizia che sostanzialmente ieri non era stata comunicata. Come riportato sul sito web già citato: “Roberto Sgalla, già direttore centrale per la Polizia Stradale, Prefetto, Direttore della Scuola Superiore di Polizia, sino a ieri ricopriva altresì il ruolo di Responsabile della Commissione Nazionale Direttori di Corsa e Sicurezza in seno alla FCI. Fino a ieri perchè in maniera repentina e senza che ve ne fossero apparenti motivazioni è stato sollevato dall’incarico che gli era stato assegnato già da Renato Di Rocco nel quadriennio precedente”.

Roberto Sgalla è una delle figure di riferimento per ciò che concerne la sicurezza stradale. Molto importante è stato il suo operato al fianco delle istituzioni governative per far sì che il codice della strada potesse offrire maggiore sicurezza a tutti coloro che pedalano in bici.

Sgalla è stato anche l’uomo che maggiormente si è battuto per la sicurezza stradale in gara, chiedendo agli organizzatori sempre più standard organizzativi elevati per garantire il divertimento nella massima sicurezza sia nelle gare agonistiche che in quelle amatoriali.

La FCI allontana così l’uomo che maggiormente si è battuto per garantire sicurezza stradale ai ciclisti. Sinceramente, una notizia così importante avremmo preferito apprenderla da fonti istituzionali, anche perchè il sito federale non riporta nulla in merito e soprattutto non è stato ancora indicato un suo successore. Questa è una notizia molto grave, in quanto vuol dire che ad oggi non c’è una persona che si occupa solo ed esclusivamente della sicurezza dei corridori in seno alla Federciclismo.

Nell’attesa di avere una comunicazione istituzionale, da parte nostra, facciamo un grosso “in bocca al lupo” a Roberto Sgalla per il suo futuro.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *