Fiandre, Pogacar: “Ora posso anche ritirarmi, sono troppo felice”

Tadej Pogacar è un corridore abituato a vincere, ma stavolta l’emozione è troppo forte. Probabilmente è ancora vivo nella memoria il finale del Giro delle Fiandre dello scorso anno, quando chiuse in quarta posizione nonostante abbia corso da protagonista per tutto il giorno. Stavolta, invece, è filato tutto per il verso giusto: Mathieu Van Der Poel non è riuscito a rientrare nemmeno nel tratto in pianura tra il Paterberg e l’arrivo: dopo il podio mancato alla Milano-Sanremo, il corridore della UAE Team Emirates è andato a prendersi la classica fiamminga.

“Sono felice, sono davvero felice – ha affermato un emozionato Pogacar dopo l’arrivo – sapevo che dovevo arrivare da solo per riuscire a vincere e ce l’ho messa davvero tutta. E’ una vittoria emozionante in una corsa bellissima”. Lo sloveno si lascia andare anche ad una dichiarazione molto forte, che fa capire quanto questo successo sia importante per lui: “Sono così felice che potrei anche smettere, potrei anche ritirarmi. E se non dovessi riuscire a vincere il Tour de France, per me questa sarebbe comunque la stagione perfetta”.

Il corridore della UAE Team Emirates ha ora all’arrivo tre classiche monumento su cinque, gli mancano solo la Milano-Sanremo e la Parigi-Roubaix. “Quest’anno alla Sanremo ho cercato di giocarmela, sicuramente è la gara meno adatta alle mie caratteristiche. Domenica non sarò alla Roubaix, ma un giorno vorrei farla, magari con qualche chilo in più per affrontare meglio il pavè”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *