q Giro d'Italia 2024, Jonathan Milan firma il primo successo azzurro - Ultimo Chilometro

Giro d’Italia 2024, Jonathan Milan firma il primo successo azzurro

Primo successo azzurro al Giro d’Italia 2024: Jonathan Milan si è infatti imposto nello sprint di Andora, portando a casa la gloria grazie a uno splendido lavoro di squadra. Nel finale, sull’ascesa di Capo Mele, Filippo Ganna aveva tentato ad anticipare la volata, ma grazie all’ottimo lavoro di Simone Consonni la corsa si è chiusa allo sprint. Jonathan Milan si impone quindi ad Andora al termine della quarta frazione del Giro d’Italia.

La frazione di oggi del Giro d’Italia proponeva 190 km da affrontare da Acqui Terme ad Andora: con il Capo Mele da affrontare nel finale, il tracciato sembrava una sorta di piccola Milano-Sanremo. La giornata è iniziata con una fuga che ha preso il largo fin dai primi chilometri: Francisco Muñoz (Team Polti-Kometa), Stefan de Bod (EF Education-EasyPost), Lilian Calmejane (Intermarché-Wanty) e Filippo Ganna (INEOS Grenadiers). La presenza dell’azzurro ha fatto sì che la Soudal Quick Step di Tim Merlier, vincitore ieri, evitasse che il gruppo davanti potesse prendere troppo il largo. Dopo circa 30 km dall’inizio della fuga, quindi, Ganna ha deciso di farsi riassorbire dal plotone. Le cose sono cambiate immediatamente per gli attaccanti, che a 125 km dall’arrivo hanno accumulato cinque minuti di vantaggio.

La giornata scorre poi tranquilla fino a circa 60 km dall’arrivo, quando c’è una caduta che spinge al ritiro Biniam Girmay. Il corridore eritreo aveva toccato l’asfalto in un primo momento, poi dopo qualche chilometro è caduto un’altra volta. Anche Matteo Trentin e Biniam Girmay erano tra gli uomini a terra.

Con il passare dei chilometri, i fuggitivi vengono ripresi. La corsa si riaccende a 4 km dal traguardo, sul Capo Mele, dove Filippo Ganna sembra fare le prove generali per la prossima Milano-Sanremo: l’azzurro scatta in salita e fa la differenza, ma la Lidl-Trek non si perde d’animo e riesce a riprendere l’azzurro grazie allo splendido lavoro di Simone Consonni. A 600 metri dalla conclusione, Consonni riesce a riprendere Ganna e a lanciare Jonathan Milan, che aspetta qualche istante prima di scattare: Olav Kooij è stato il primo a lanciare la volata, ma Milan è riuscito a rimontare e a concretizzare una bella vittoria, la prima per gli italiani in questa edizione della corsa rosa.

Sul podio di giornata salgono Kaden Groves e Phil Bauhaus, mentre Merlier stavolta si deve accontentare del quinto posto. Nella top-10 di tappa ad Andora troviamo, tra gli italiani, Davide Ballerini sesto ed Enrico Zanoncello ottavo. Non cambia nulla in classifica generale, con Tadej Pogacar che conserva la maglia rosa.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *