Quintana smentisce il ritiro: “E’ dura, ma voglio gareggiare”

Nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta quest’oggi in Colombia, Nairo QUintana ha smentito categoricamente il suo ritiro dal mondo agonistico. L’ex corridore del Team Arkea Samsic ha indetto un incontro con i media, da molti interpretato come un possibile annuncio del suo ritiro in quanto ad oggi non fa ancora parte di una squadra in seguito al licenziamento dal team francese.

“Questi momenti non sono facili ma li accetto. Non ho ancora una squadra, ma sono ancora disponibile a dare il massimo – ha affermato il vincitore del Giro d’Italia 2014 – Mi sono sempre alzato dopo i momenti difficili e ho sempre continuato a pedalare. Lotta e sacrificio sono le strade che conosco nella vita. Continuerò a lottare per competere e rimarrò in bici finché il mio corpo e la mia mente resisteranno. Sono un corridore onesto”, ha aggiunto Quintana, riferendosi indirettamente al caso-Tramadol. Ricordiamo infatti che il colombiano è stato licenziato dalla Arkea-Samsic per la positività alla sostanza nel corso dell’ultimo Tour de France, per il quale tutti i suoi risultati sono stati annullati.

Quintana ha anche confermato l’interesse mostrato da piccole formazioni colombiane, ma ha deciso di non seguire la stessa strada di Miguel Angel Lopez, preferendo ambire a un team più importante: “Ringrazio le squadre colombiane che mi hanno aperto le porte, ma la mia intenzione è continuare a portare la bandiera del mio Paese nelle gare più importanti del mondo” 

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *