Tour 2024, Wout van Aert: “La mia forma è davvero scarsa”

Van Aert Rimini

“Non ho mai iniziato il Tour de France in una forma così scarsa, ed è una sensazione insolita.” Wout van Aert ha ridimensionato le aspettative per la sua sesta partecipazione consecutiva al Tour de France, affermando che, pur essendo felice di partecipare, la sua forma fisica non è affatto vicina a quella desiderata.

Il campione belga di 29 anni ha vinto finora nove tappe del Tour de France. Forse nessun altro ciclista ha ottenuto successi su terreni così vari negli ultimi anni, spaziando dalle prove a cronometro agli sprint di gruppo fino alla vittoria solitaria in una tappa di montagna nel 2021 che comprendeva una doppia ascesa del temuto Mont Ventoux.

Dopo una prima metà della stagione difficile, caratterizzata da una brutta caduta alla Dwars door Vlaanderen e dalla mancata partecipazione al Giro d’Italia, Van Aert ha dichiarato giovedì che non si pone obiettivi elevati per il Tour. Tuttavia, ha riconosciuto di essere contento di essere riuscito ad arrivare al Grand Départ a Firenze, date le sfide affrontate nella prima metà del 2024.

“Quest’anno è stato difficile per me fino ad ora,” ha detto Van Aert ai giornalisti. “Quindi, sfortunatamente, non posso avere gli stessi obiettivi delle altre stagioni al Tour.”

Riguardo a cosa può realizzare nel prossimo Tour de France, Van Aert ha minimizzato i paragoni con il 2021, quando aveva subito un’operazione all’appendice prima della gara ma poi aveva vinto tre tappe. Questa volta, ha detto, il recupero è stato molto più arduo a causa delle lesioni fisiche.

“Scoprirò durante la gara quanto posso progredire, ma nel frattempo avrò un ruolo di squadra. Prima in pianura, poi spero anche in salita. E se potrò avere una chance negli sprint o in altre tappe, sarà fantastico.”

Mentre Van Aert cercherà di trarre il massimo della forma dalla sua partecipazione alla corsa più importante del ciclismo, sia in un ruolo di supporto che in qualcosa di più rilevante, ha in mente anche la sua partecipazione alle prossime Olimpiadi. All’inizio della settimana, la Federazione belga ha annunciato che Van Aert gareggerà sia nella cronometro che nella gara su strada, insieme a Remco Evenepoel (Soudal-QuickStep).

“A causa della mia caduta in primavera, correre qui è la migliore opzione con le Olimpiadi in mente,” ha spiegato Van Aert, “ma correre qui è anche molto importante di per sé. Non si può semplicemente partecipare al Tour in modo rilassato, solo per prepararsi ad altri obiettivi. Con un po’ di fortuna, finirò il Tour in buona forma e pronto a concentrarmi sulle Olimpiadi. E sono orgoglioso di ciò che sono riuscito a fare in questi ultimi due mesi. Tuttavia, è impossibile dire ora se potrò fare qualcosa di speciale al Tour.”

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *