q Ciclismo, lo sport del fair play: grazie, ragazzi! - Ultimo Chilometro

Ciclismo, lo sport del fair play: grazie, ragazzi!

Quelle che riportiamo insieme a questo articolo sono due immagini-simbolo del movimento ciclistico. Iniziamo dalla storia più recente, quella che coinvolge Mathieu van der Poel e Wout Van Aert al mondiale di ciclocross che si è svolto domenica scorsa. La loro è una rivalità che va avanti da più di 10 anni, a suon di corse nel ciclocross e su strada. Eppure, subito dopo l’arrivo, nonostante ci siano un vincitore e un vinto, i due non aspettano un momento per stringersi la mano.

I due corridori hanno regalato uno spettacolo davvero unico, senza scorrettezze e senza mai dire una parola fuori posto prima o dopo la gara. Ed è per questo che il pubblico ama così tanto Mathieu van der Poel e Wout Van Aert. Nessun calcolo, solo tanta grinta e tanta battaglia dal primo all’ultimo metro.

Nell’altra foto che abbiamo inserito in questo collage vi è anche il famoso gesto di Jonas Vingegaard e Tadej Pogacar. L’episodio è ormai celeberrimo: lo sloveno è caduto nel corso di una discesa del Tour de France mentre i due erano in lotta per la maglia gialla. Il danese lo ha aspettato nonostante la posta in palio sia altissima, e si danno la mano una volta avvenuto il ricongiungimento.

Il ciclismo dimostra di essere sempre più lo sport del fair play. Grazie, ragazzi, per regalarci queste emozioni.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *