Cominelli e Bulleri sfiorano il podio al campionato italiano di ciclocross

Il Cycling Cafè Racing Team sfiora due podi al campionato italiano di ciclocross che si è svolto domenica a Cremona. Cristian Cominelli e Alessia Bulleri hanno chiuso entrambi in quarta posizione la rassegna tricolore nella categoria elite, lottando fino alla fine con i migliori per un piazzamento sul podio. 

Cristian Cominelli era addirittura in seconda posizione al penultimo giro. Filippo Fontana, corridore che ha vinto la gara elite per il secondo anno consecutivo, è sembrato inavvicinabile, ma il bresciano ha lottato alla pari con Gioele Bertolini e Jakob Dorigoni fino all’ultimo giro, quando alcune sbavature lo hanno costretto ad alzare bandiera bianca. Per Cominelli c’è comunque soddisfazione per la gara disputata, anche perchè l’età non era sicuramente dalla sua parte rispetto ai giovani corridori che hanno gareggiato contro di lui.

“Si dice sempre per scherzare ma è vero, l’età avanza anche per me – ha spiegato Cominelli – quindi posso dire che la delusione di non essere salito sul podio si è trasformata subito in soddisfazione per la gara che ho fatto e più in generale per la stagione che ho portato avanti. E’ stato un inverno lunghissimo perchè il cammino del ciclocross è partito a ottobre, ma avendo avuto a disposizione tutto l’anno per gestirmi è sostanzialmente partito dallo scorso anno. E’ stata molto lunga, tutto l’anno ha avuto degli alti e bassi ma la fortuna è stata quella di essermi gestito bene, correndo poco nelle ultime settimane per ben figurare proprio qui al campionato italiano. Credo di aver fatto la miglior gara degli ultimi anni: ero sempre lì a giocarmela nonostante il percorso fosse davvero tanto difficile e nonostante la differenza d’età con gli altri. L’unico rammarico è stato quello di non averci provato all’inizio dell’ultimo giro, quando potevo stare davanti. Ho fatto delle sbavature nelle contropendenze: lì ho perso il terzo posto. Volevo aspettare l’ultima parte dell’ultimo giro, ma con quelle sbavature ho perso quei metri che sono stati fatali. Il podio avrebbe avuto un altro sapore, ma giocarmela con due degli atleti che sono tra i migliori rappresentanti della nostra disciplina in Italia è un punto a mio favore, vuol dire che sono arrivato davvero nelle condizioni migliori”. 

Anche l’elbana Alessia Bulleri ha lottato con la vincitrice Sara Casasola e con le altre ragazze per conquistare il podio a Cremona: “Sono partita bene, nei primi due giri ero in terza posizione, poi ho commesso qualche errore che mi ha fatto perdere alcuni secondi. Il percorso era impegnativo, perdevo un po’ di spazio dove c’era da correre a piedi, ma tutto sommato sono contenta della mia prestazione”.

La giornata del Cycling Cafè Racing Team al campionato italiano di ciclocross si chiude con il 15/o posto di Filippo Ragonesi e il 19/o di Gabriele Giuseppetti negli Under 23. Tra gli Junior hanno gareggiato Simone Massaro e Guido Cappelli. 

Fabio Ottaviani, team manager della squadra, ha affermato: “Cristian e Alessia hanno fatto due gare ottime, abbiamo rinunciato a prendere parter al team Relay proprio per dare il massimo nella giornata di domenica. Sicuramente un podio sarebbe stata una soddisfazione immensa, ma siamo felici di essercela giocata fino alla fine. Di più non potevo chiedere ai ragazzi”.

In occasione dell’ultima gara delle categorie internazionali nel ciclocross, il Cycling Cafè Racing Team intende ringraziare gli sponsor Cycling Cafè, Net Service, Depa Vision, Siel Sistemi Elettrici, Guarino & Partners, N.E.C. srl, Organismo Ispezioni Impianti Termici, Switch Components, List, BCA, Sport Attitude, Damil e Lee Cougan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *