Evenepoel: “Ho sbagliato, avrei potuto seguire Roglic”

Evenepoel Ineos

Remco Evenepoel non si è sottratto alle domande dei giornalisti dopo il traguardo di Fossombrone. Il campione del mondo spiega che nel finale di tappa ha commesso un errore. Queste le parole di Evenepoel: “Ho sbagliato, avrei potuto seguire Roglic. Alla fine della salita sentivo che le gambe giravano bene, ma le ho usate male”.

Per la prima volta, nel corso di questo Giro d’Italia, abbiamo visto Remco Evenepoel in difficoltà. A quattro chilometri dall’arrivo di tappa di Fossombrone, ottava frazione di questa edizione della corsa rosa, Primoz Roglic ha deciso di attaccare frontalmente il suo rivale, staccandolo in salita e mantenendo il vantaggio fino al traguardo. Stamattina lo sloveno aveva 1’12” di ritardo su Evenepoel, ora il gap è di 38 secondi.

Evenepoel ho sbagliato

“Avevo le gambe per seguire Roglic – ribadisce Evenepoel, che ammette di aver sbagliato – ma ora non c’è bisogno di farsi prendere dal panico. Devo mantenere la calma e concentrarmi sulla cronometro di domani. Ho imparato una bella lezione da un corridore molto più esperto di me”. Ma potrebbero esserci anche delle conseguenze dettate dai postumi delle due cadute occorse nella tappa di Salerno: “Può essere, il mio corpo si sta ancora riprendendo. La scorsa notte è uscito del liquido dalla ferita. Bisogna accettare questa giornata e guardare avanti, la cronometro di domani a Cesena mi si addice perfettamente”.

La nona tappa del Giro d’Italia sarà da Sogliano al Rubiconde a Cesena. 35 km di cronometro per specialisti assoluti: nel corso della prova contro il tempo sulla Costa dei Trabocchi, Remco Evenepoel ha conquistato la vittoria con un numero impressionante, mentre Primoz Roglic è apparso maggiormente in difficoltà. Domani ci sarà tempo e modo di poter capire quale sarà la condizione dei due corridori.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *