Fdj-Suez: “Marta Cavalli a disagio in gruppo, la aiuteremo”

Marta Cavalli è una delle ragazze più attese in gruppo dopo la grandissima stagione 2022. L’azzurra, in forza alla formazione francese Fdj-Suez, ha vinto l’Amstel Gold Race e la Freccia Vallone, poi è stata vittima di una terribile caduta nel corso del Tour de France Femmes.

Allo UAE Tour, Marta ha chiuso in diciannovesima posizione in quanto ha pagato a caro prezzo le tappe con il vento laterale. In salita, invece, l’azzurra è andata davvero molto forte. Secondo L’Equipe, infatti, sulla salita di Jebel Hafeet ha registrato uno dei tempi più veloci, percorrendo la salita di circa 10 km con il tempo di 33’30”.

“Marta ha fatto una buona salita, ma sente ancora un blocco legato alla caduta al Tour de France dell’anno scorso – ha affermato Cédric Barre, direttore sportivo della Fdj-Suez all’UAE Tour. “È apprensiva in gruppo”. Il direttore si riferisce soprattutto alle situazioni più pericolose, come quelle dei ventagli.

“Marta non è guarita. Al termine di questa gara e prenderemo il tempo necessario per aiutarla. Ci prenderemo cura di lei”, ha affermato il team manager Stephen Delcourt. La stessa Cavalli ha spiegato: “Non mi sentivo a mio agio quando il vento ha iniziato a soffiare di traverso. È una buona lezione e ora so dove devo lavorare per migliorare”.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *