Giro d’Italia, Filippo Zana: “E’ un sogno che si realizza”

Filippo Zana Giro d'Italia

“Vincere con la maglia tricolore al Giro d’Italia è un sogno che si realizza”. E’ visibilmente emozionato Filippo Zana dopo il traguardo: vincere in Val di Zoldo con la maglia tricolore è sicuramente significativo, anche perchè il campione d’Italia ha corso tutto il Giro d’Italia in appoggio alla squadra, e in quest’ultima settimana ha dimostrato di avere davvero grande freschezza nelle gambe.

“Aver vinto in maglia tricolore è un sogno che si realizza – ha affermato Filippo Zana dopo la vittoria al Giro d’Italia in Val di Zoldo – penso sia un punto di partenza per il futuro. E’ il primo anno che preparo bene il Giro d’Italia, la squadra me lo aveva comunicato già a dicembre e mi ha dato l’opportunità di essere presente al 100% della mia condizione”.

Tutto il giorno in fuga, e alla fine la vittoria nello sprint a due contro Thibaut Pinot: “Oggi sono riuscito ad essere nella fuga di giornata, le squadre ci hanno dato spazio. Ho poi cercato di giocarmi le mie carte, è andata benissimo”. Ma sul fatto che in futuro Filippo possa diventare anche un uomo da corse a tappe, non si esprime. A parlarne è però Davide Cassani, in diretta Rai. L’ex ct della nazionale italiana di ciclismo ha spiegato: “Il punto debole di Zana per le grandi corse a tappe è la cronometro, ma ha già lavorato in galleria del vento e dovrebbe proseguire a lavorare in questo senso”.

Ad oggi, il campione d’Italia occupa la 21/a posizione in classifica generale, ma è chiaro che l’approccio a questo Giro d’Italia da parte di Filippo Zana non sia stato incentrato per curare la classifica. Considerando che domani c’è un’altra tappa molto impegnativa, non è da escludere che possa dare ancora spettacolo nella frazione con arrivo alle Tre Cime di Lavaredo. Magari, anche in appoggio alla squadra, visto che Eddie Dunbar è attualmente quarto in classifica.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *