Giro 2024, Kaden Groves polemico con le moto: “in queste corse succede”

Groves moto

Kaden Groves punta il dito contro le moto. L’australiano non è riuscito a lottare per la vittoria nella quinta tappa del Giro d’Italia 2024. Come molti altri velocisti nel gruppo, l’australiano della Alpecin-Deceuninck è stato superato di poco dai fuggitivi al traguardo di Lucca, dove Benjamin Thomas (Cofidis) ha conquistato la vittoria di giornata. Groves, nel dopo gara, non ha potuto nascondere un po’ di delusione. La sua squadra ha lavorato duramente fin dai primi chilometri, recuperando rapidamente i primi attaccanti ma concedendo poi troppo spazio al tentativo decisivo, che ha anche ricevuto un piccolo aiuto per il 25enne.

“Abbiamo speso molte energie all’inizio e penso che questo ci abbia penalizzato nel finale nel tentativo di recuperare la fuga”, ha dichiarato Groves ai microfoni di Eurosport. “I fuggitivi sono stati molto forti, immagino anche con un piccolo aiuto dalle moto… Ma in queste tappe accade di tanto in tanto. È stata una fuga molto forte e avevano anche il vento a favore.” Un’accusa di Groves contro le moto dell’organizzazione che sono al seguito della gara.

L’australiano ha poi difeso la tattica della squadra di provare a rendere la corsa più dura fin da subito, anche se ciò ha portato a una mancanza di energia nel finale: “Avevamo il nostro piano. È andato bene nella parte iniziale, ma sfortunatamente ci siamo persi un po’ nel finale. Ma la fuga ha comunque conquistato la vittoria, quindi sono contento di aver retto fino alla fine.”

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *