Giro 2024, Thomas: “La presenza di Pogacar ci toglie pressione”

Geraint Thomas

Alla vigilia della grande partenza del Giro d’Italia 2024, Geraint Thomas è convinto: “La presenza di Tadej Pogacar ci toglie pressione. Tutti si aspettano che Pogacar vinca e non si aspettano che noi possiamo fare qualcosa. La sua presenza rende la gara diversa rispetto all’anno scorso, al 100 per cento, ma siamo fiduciosi”.

Lo scorso anno, Geraint Thomas ha perso la maglia rosa nella penultima tappa, la cronoscalata del Monte Lussari. Una prestazione super di Primoz Roglic lo ha messo alle corde, e così a Roma ha dovuto accontentarsi del secondo gradino del podio. Nella conferenza stampa che ha preceduto il Giro d’Italia 2024, però, Thomas è apparso molto motivato e convinto di poter fare bene, anche se il favorito numero uno resta il capitano della UAE Team Emirates.

“È stato un inizio di stagione leggermente più lento perchè ho la speranza di correre anche il Tour de France dopo il Giro d’Italia, ma mi sento come se avessi avuto un avvicinamento molto più fluido quest’anno rispetto all’anno scorso, quando ho avuto problemi di salute. Sono entusiasta di correre, abbiamo una buona squadra, sicuramente molto forte. All’interno si vive un’ottima atmosfera, abbiamo voglia di fare bene”.

Pur riconoscendo che “Tadej è un ciclista fenomenale”, Thomas non parte battuto: “E’ una sfida importante per noi. La UAE Team Emirates ha una grande squadra, ma anche noi siamo all’altezza”. E sul Giro d’Italia che parte subito con delle salite importanti, come quella di Oropa nella seconda frazione: “Credo sia una buona scelta, far mettere fatica nelle gambe fin da subito evita che possa esserci molta confusione nelle giornate seguenti”. Il Conto tra Geraint Thomas e il Giro d’Italia è quindi ancora aperto: quello che i tifosi si attendono è una grande battaglia tra lui e Tadej Pogacar.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *