Giro del Belgio 2024, a Knokke-Heist si impone Merlier

Merlier Giro Belgio 2024

Nella seconda tappa del Giro del Belgio 2024, Tim Merlier della Soudal-QuickStep ha trionfato grazie a una prestazione straordinaria nello sprint finale sul traguardo in leggerissima salita di Knokke-Heist. Merlier ha superato due avversari di spicco, Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck) e Olav Kooij (Visma | Lease a Bike), conquistando la sua undicesima vittoria stagionale con una volata potente e decisiva. Nonostante la vittoria di Merlier, il norvegese Søren Wærenskjold (Uno-X) mantiene la leadership nella classifica generale, con un vantaggio di due secondi sul ceco Mathias Vacek (Lidl-Trek).

La tappa è iniziata con un ritmo intenso, reso ancora più impegnativo da un traguardo volante e un settore di pavé che hanno ostacolato la formazione di una fuga. Solo dopo la prima ora di gara, caratterizzata da tentativi infruttuosi di allungo, si è formata una fuga composta da sette corridori: Davide Bais (Team Polti Kometa), Kay De Bruyckere (Pauwels Sauzen – Bingoal), Quentin Bezza (Philippe Wagner/Bazin), Gianni Marchand (Tarteletto – Isorex), Lars Loohuis (Beat Cycling), Ward Vanhoof (Team Flanders – Baloise) e Max Kroonen (VolkerWessels). Tuttavia, il gruppo ha sempre mantenuto il controllo, senza mai concedere più di due minuti di vantaggio.

Il vento, sia di spalle che laterale, ha reso la giornata ancora più difficile per i fuggitivi. A 80 chilometri dal traguardo, il gruppo ha accelerato, riducendo rapidamente il distacco e riprendendo i fuggitivi a 75 chilometri dalla fine, grazie a un’accelerazione di Dries De Bondt (Decathlon Ag2r La Mondiale) e Ceriel Desal (Bingoal WB). La corsa è quindi entrata in una fase di continui scatti e controscatti, con Lidl – Trek e Soudal Quick-Step impegnate a mantenere chiusa la gara e a tentare di creare ventagli nei tratti favorevoli del circuito conclusivo. Nonostante gli sforzi, il gruppo è rimasto compatto fino agli ultimi 40 chilometri.

Nell’ultimo giro del circuito finale, a 19 chilometri dall’arrivo, la corsa è stata tirata dagli uomini di Soudal-QuickStep, Uno-X Mobility, Visma | Lease a Bike e Lotto Dstny. I treni dei velocisti hanno iniziato le loro manovre per assicurarsi una posizione favorevole per lo sprint finale. A 2500 metri dall’arrivo, il gruppo era allungatissimo, con Søren Wærenskjold (Uno-X) in quarta posizione. Tim Merlier è stato il primo a lanciare lo sprint, sorprendendo i suoi diretti rivali. Grazie a un mix di potenza e determinazione, è riuscito a mantenere la testa fino alla linea del traguardo, assicurandosi una vittoria prestigiosa.

Il suo ultimo successo era stato a Roma, nell’ultima tappa del Giro d’Italia. Questa volta, al Giro del Belgio 2024, Merlier ha superato il vincitore dell’ultima Milano-Sanremo, Jasper Philipsen, mentre Olav Kooij ha chiuso terzo. La classifica generale resta aperta, con Søren Wærenskjold che difende il suo esiguo vantaggio di due secondi su Mathias Vacek. Domani si svolgerà la terza tappa, da Turnhout a Scherpenheuvel-Zichem, lunga 188,3 km.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *