q Giro d'Italia 2024: Merlier si prende la prima volata, Pogacar attacca nel finale - Ultimo Chilometro

Giro d’Italia 2024: Merlier si prende la prima volata, Pogacar attacca nel finale

Merlier volata

In volata la spunta Tim Merlier: il belga era uno dei principali favoriti per il successo nella tappa di oggi del Giro d’Italia 2024, la Novara-Fossano, terza frazione e prima adatta ai velocisti. Il corridore della Soudal Quick Step non ha deluso le aspettative, andando ad imporsi davanti agli occhi della sua compagna e di suo figlio, che questa mattina sono venuti dal Belgio per seguirlo da vicino.

Nel finale, però, c’è stata anche un’azione di Tadej Pogacar, che ha sfruttato l’accelerazione di Mikkel Honorè per seguirlo e portarsi in avanti quando tutto sembrava pronto per lo sprint. Geraint Thomas lo ha seguito e i due sono stati ripresi a pochi metri dal traguardo.

La Novara-Fossano, terza frazione del Giro d’Italia 2024, è stata sostanzialmente disegnata per far sì che i velocisti potessero giocarsi il primo arrivo allo sprint di gruppo. Solo un gran premio della montagna di quarta categoria posto a inizio tappa e un finale in leggera ascesa hanno impensierito il gruppo.

La giornata è stata obiettivamente molto tranquilla nella prima parte: si è animata un po’ dopo lo sprint di Masio, quando il gruppo si è spezzato in due tronconi con tutti i principali velocisti davanti. Da lì in poi, però, il gruppo si è ricompattato e la giornata è diventata una lunga attesa verso lo sprint. Proprio nel momento in cui meno ci si immaginava un attacco, Mikkel Honorè ha accelerato a 2 km dall’arrivo, cercando di anticipare la volata. Alla sua ruota si è portato Tadej Pogacar: i due hanno accelerato creando un gap rispetto al resto del plotone, con Geraint Thomas che si è quindi ritrovato a dover rispondere. Il gallese ha raggiunto lo sloveno e i tre si sono dati cambi regolari fino al traguardo, ma i tre sono stati ripresi sostanzialmente a pochi metri dalla linea dell’arrivo.

Allo sprint, Tim Merlier è riuscito a rimanere coperto fino all’ultimo momento e ad imporsi in volata. Dietro di lui si piazza Jonathan Milan, il migliore degli italiani, che chiude secondo: la rimonta di Milan era poderosa, ma è scattato leggermente troppo tardi, quindi non è riuscito a rimontare il belga per un battito di ciglia. La classifica generale resta invariata, con Tadej Pogacar in maglia rosa.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *