Giro d’Italia 2024, Sanchez supera Alaphilippe a Rapolano Terme

Sanchez Rapolano Terme

Vittoria di Pelayo Sanchez nella sesta tappa del Giro d’Italia 2024, la Torre del Lago Puccini-Rapolano Terme. Chiude in seconda posizione Julian Alaphilippe, mentre Luke Plapp, che era il terzo uomo del terzetto che è arrivato al traguardo, ha ottenuto la terza posizione. Resta tutto invariato in classifica generale al termine della tappa dello sterrato, con Tadej Pogacar che conserva la maglia rosa con 46 secondi di vantaggio su Geraint Thomas.

C’era grande attesa sulla sesta tappa del Giro d’Italia 2024: lungo i 180 km da Torre del Lago Puccini a Rapolano Terme erano infatti presenti 11,6 km di sterrato suddiviso in tre settori, due dei quali affrontati alla Strade Bianche. L’intero gruppo era consapevole della pericolosità di questa tappa, e anche per questo motivo il gruppo ha iniziato la frazione a tutta velocità, rendendo vano qualsiasi tentativo di fuga.

Dopo tanti chilometro, la fuga ha preso il largo: davanti c’erano Kaden Groves (Alpecin-Deceuninck), Pelayo Sánchez (Movistar) e Julian Alaphilippe (Soudal Quick Step). Sono poi arrivati anche Luke Plapp (Jayco AlUla), Matteo Trentin (Tudor) e Martin Marcellusi (VF Bardiani CSF).

Sul primo tratto di sterrato, la Ineos-Grenadiers ha mantenuto saldo il comando della corsa in testa al gruppo. Il ritmo non ha impensierito eccessivamente i fuggitivi, ma non ha messo nemmeno a dura prova la maglia rosa Tadej Pogacar, che è sempre rimasto alla ruota della formazione britannica una volta che i suoi compagni di squadra si sono staccati. Sull’ultimo tratto di sterrato restano davanti in tre: Plapp, Alaphilippe e Sanchez.

Sul tratto di salita al 20% all’uscita dell’ultimo tratto sei sterrato, Julian Alaphilippe ha provato a staccare gli avversari, senza riuscirci: alla fine, la corsa si chiude allo sprint, con Luke Plapp messo nella posizione peggiore. E’ proprio il francese che scatta per primo verso il traguardo, ma Pelayo Sanchez si impone a Rapolano Terme superando il campione del mondo con grande scaltrezza, regalando il primo successo alla Movistar in questa edizione del Giro d’Italia.

Resta tutto invariato in classifica generale alla vigilia della cronometro Foligno-Perugia: Tadej Pogacar conserva la maglia rosa con 46 secondi di vantaggio su Geraint Thomas. Alla luce di ciò che è accaduto oggi, ovvero un nulla di fatto, la prova contro il tempo di domani diventa davvero fondamentale.

Foto di Stefano Spalletta

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *