Giro d’Italia: Groves batte Milan, Evenepoel e Roglic a terra

Kaden Groves batte Jonathan Milan nella tappa di Salerno, una frazione che doveva essere più o meno una giornata di trasferimento, e invece la pioggia, l’asfalto bagnato e un cane l’hanno trasformata in un impegno davvero difficile.

Dopo la partenza, la giornata è stata caratterizzata dalla caduta di Remco Evenepoel e Davide Ballerini, entrambi a terra a causa di un cane che si è letteralmente infilato in mezzo al gruppo. La giornata è poi proseguita con una fuga di tre corridori, tra i quali Samuele Zoccarato che è stato l’ultimo a mollare. La pioggia non ha dato tregua, ma nel finale ci sono state numerose cadute.

Il primo big a farne le spese è stato Primoz Roglic: il corridore della Jumbo-Visma è rimasto coinvolto nella scivolata in curva a circa 5 km dall’arrivo, ha ricevuto la bici di scorta dal suo compagno Koen Bouwman e ha cercato disperatamente di rientrare sul resto del gruppo. Anche la maglia rosa Andreas Leknessund è finito a terra.

Ai 2 km dal traguardo, invece, finisce di nuovo a terra Remco Evenepoel. Nessun problema per lui in classifica generale, visto che la caduta è avvenuta all’interno della neutralizzazione che parte ai-3 km dal traguardo, ma è apparso decisamente arrabbiato con alcuni corridori che avrebbero provocato la caduta.

Il finale ha premiato Kaden Groves, che dopo diversi piazzamenti riesce finalmente a vincere una tappa del Giro d’Italia. Groves batte Milan, mentre Andrea Vendrame cade proprio sulla linea del traguardo a causa dell’asfalto reso ancora più viscido dalla presenza delle strisce pedonali. L’azzurro è stato portato via in ambulanza. A terra anche Mark Cavendish sul traguardo: il britannico ha chiuso quinto.

La classifica generale resta invariata nelle zone alte, con Leknessund che conserva la maglia rosa con 28” di vantaggio su Remco Evenepoel.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *