Giro Next Gen, Romele firma la prima italiana

Alessandro Romele

Alessandro Romele si impone a Povegliano ricordando Gino Mader. Il campione nazionale juniores 2021 batte allo sprint i compagni di fuga De Pretto (nuova Maglia Ciclamino) e Meris. Domani, alla partenza di Possagno, la carovana rosa osserverà un minuto di raccoglimento in ricordo del corridore svizzero tragicamente scomparso.

Dopo cinque successi stranieri arriva la prima vittoria azzurra di questa edizione del Giro Next Gen a firma di Alessandro Romele, che ha avuto la meglio allo sprint dei suoi compagni di fuga Davide De Pretto e Sergio Meris. L’azione, nata in fondo alla discesa del Valico della Fricca, ha avuto successo grazie alla collaborazione tra i tre che si sono presentati all’ingresso del circuito di Povegliano con un vantaggio di quasi 6′ sul gruppo. La superiorità numerica degli uomini del Team Colpack Ballan CSB ha fatto la differenza nel finale, con De Pretto che si è trovato a rispondere agli attacchi portati da Meris e Romele. Tutto immutato in classifica generale alla vigilia del tappone di Pian del Cansiglio. Sia il vincitore che la Maglia Rosa hanno voluto omaggiare e ricordare Gino Mader.

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Alessandro Romele ha dichiarato in conferenza stampa: “Mi sentivo bene fin dalla partenza. Sapevo che dovevo tener duro in salita e che dopo sarebbe potuta nascere una fuga. Ero felice di essere in compagnia di corridori forti come De Pretto e il mio compagno di squadra Meris. Questa vittoria può diventare un bel trampolino di lancio per il futuro, il mio sogno è di diventare professionista. Voglio dedicare questo successo a Gino Mader, lo ricorderemo per sempre.”

La Maglia Rosa Johannes Staune-Mittet ha detto: “È stata una giornata tranquilla e l’abbiamo gestita bene. È bello essere in Maglia Rosa, ho ricevuto molti messaggi da parenti, amici e anche da molte persone che non conosco. Domani cercheremo di controllare la corsa. Mi sento uno dei più forti e sono fiducioso. Dopo l’arrivo abbiamo saputo della tragedia avvenuta al Tour de Suisse. Mi ha lasciato senza parole. Vogliamo porgere le nostre condoglianze alla famiglia di Gino Mader.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *