La Trek di Ciccone diventa “Madonza”

Giulio Ciccone è stato vittima di un brutto episodio alla Tirreno-Adriatico. Al termine della tappa di Tortoreto la sua bicicletta è stata presa in pieno da un’autovettura dell’organizzazione di corsa. Ciccone, in quel momento, stava rispondendo alle domande dell’inviato della Rai, e aveva lasciato la bici appoggiata a una transenna.

La bici è finita a terra in diretta televisiva, e l’esclamazione di Ciccone, sorpreso per quanto accaduto, è stata tutt’altro che televisiva. Quest’oggi, alla partenza della tappa di San Benedetto del Tronto, l’abruzzese ha scelto l’arma dell’ironia in seguito all’episodio che ha fatto il giro del web.

Come è possibile notare nelle foto scattate da Paolo Mei e Stefano Bertolotti, speaker delle corse Rcs Sport e non solo, Ciccone ha coperto la parte finale del nome “Madone”, il modello di Trek sul quale pedala, sostituendo le ultime due lettere con “za”, proprio a ricordare l’esclamazione che ha avuto dopo l’incidente precedentemente descritto.

Quel che è certo è che Giulio, nonostante l’incidente, è riuscito a portare a casa un’ottima Tirreno-Adriatico e adesso è pronto per affrontare le prossime gare di preparazione al Giro d’Italia.

La foto allegata all’articolo è stata scattata da Stefano Bertolotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *