Morte Rebellin, Le Iene: “L’autista è scappato”?

Davide Rebellin ucciso

Alle Iene è approdato il caso di Davide Rebellin, il corridore che lo scorso 30 novembre è stato investito e ucciso da un camion mentre stava pedalando sulle strade di casa. Come è possibile notare rivedendo la puntata sul sito web del programma di Italia Uno, Alessandro De Giuseppe si è recato in Germania per capire se l’autista del Tir sia scappato dopo l’incidente.

Davide Rebellin

Attualmente è in corso un’indagine sulla morte di Rebellin. L’inviato de Le Iene, però, non è riuscito a parlare con l’autista del Tir: tuttavia, ha parlato con suo fratello, che ha voluto rispondere alle domande che gli sono state rivolte: “Mio fratello di sicuro non voleva fare del male intenzionalmente, guidava un mezzo che mostra la presenza di ciclisti e pedoni. Se è rimasto fermo 10 minuti vuol dire che pensava di non c’entrare nulla con l’accaduto, quindi è andato via perchè non si è reso conto di essere colpevole”.

Come accennavamo in precedenza, sulla morte di Davide Rebellin si sta ancora indagando. Il fratello della persona che ha investito l’ex corridore ha poi dichiarato: “Riferite ai familiari di Rebellin che soffriamo molto per quanto successo”. Bisogna anche però ricordare che l’autista che ha investito Davide Rebellin era recidivo: in passato aveva già patteggiato una pena per aver causato un incidente senza aver prestato soccorso alle persone coinvolte. Diversi anni dopo gli è stata ritirata la patente per guida in stato di ebrezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *