Pogacar: “Non pensavo di perdere terreno sul Marie Blanque”

Pogacar

Nel primo giorno di riposo del Tour de France 2023, Tadej Pogacar ha tenuto una conferenza stampa su Zoom nella quale ha tirato giù un bilancio della prima parte di corsa. Il portacolori della UAE Team Emirates è in possesso della maglia bianca di miglior giovane ed è secondo in classifica generale a 17″ di distacco da Jonas Vingegaard.

“Vedremo sulle Alpi chi sta meglio tra me e Jonas – ha spiegato Pogacar – sicuramente sulle salite lunghe sto migliorando anno dopo anno. Fino ad oggi non sono sorpreso del mio rendimento, ma sono sorpreso di aver perso terreno sul Col de Marie Blanque”. Pogacar si riferisce alla tappa di Laruns, dove non è riuscito a rispondere all’attacco di Jonas Vingegaard. “Alla vigilia di quella tappa pensavo di stare bene. A parte quell’episodio, conosco bene i miei numeri e la mia preparazione. Quest’anno già nella prima settimana sono successe molte cose e sta uscendo fuori una bella competizione”.

La UAE Team Emirates ha iniziato il Tour de France con Adam Yates in maglia gialla. Ora il britannico è quinto in classifica: “Avere Adam in squadra è un grande vantaggio, anche lui sta sempre meglio giorno dopo giorno, è un grande compagno e il fatto che stia lì davanti mi conferisce maggiore tranquillità”. 

La seconda settimana sarà molto impegnativa: “La Jumbo-Visma cercherà di fare di tutto per isolarmi, ma vedremo giorno dopo giorno cosa succederà e cercheremo di non farci trovare impreparati”. E a chi gli chiede se avesse fatto comodo avere un gregario come Almeida, Pogacar non ha dubbi: “Con lui c’è un ottimo rapporto anche se non corriamo spesso insieme, ma credo che dopo un Giro d’Italia così dispendioso sia giusto che si prenda un periodo lontano dalle corse per preparare altri obiettivi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *