Pogacar: “Sto spendendo energie? Non pago per essere qui…”

Pogacar energie

La domanda che viene rivolta a Tadej Pogacar a Fossano è diretta: “Scusa Tadej, ma non stai spendendo troppe energie?”. E lui ci scherza su: “Cosa dovrei spendere? Non pago per essere qui”. Anche in una tappa per velocisti, come quella di Fossano, Tadej Pogacar ha regalato spettacolo. Gli è bastato seguire Mikkel Honorè nella terza tappa del Giro d’Italia 2024 per allarmare Geraint Thomas, che è stato costretto a seguirlo nel finale.

“Io non ho attaccato – ha spiegato la maglia rosa in conferenza stampa – mi sono ritrovato davanti quasi per caso perchè ero alla ruota di Honorè e l’ho seguito. Quando Geraint Thomas ci ha raggiunti si è messo davanti a noi e ha collaborato nell’azione”. E alla domanda “Tadej, ma vorresti provare a vincere ogni tappa del Giro d’Italia?”, la sua risposta è un secco “No comment”.

Lo sloveno, vincitore di due edizioni del Tour de France, ha anche spiegato che “almeno per ora, portare la maglia rosa è meno impegnativo di portare la maglia gialla del Tour de France”, ma ha insistito sul fatto che non è stato lui a portare avanti l’azione finale a Fossano: “Non era mia intenzione attaccare, stavo solamente cercando la posizione migliore ed ero alla ruota di Honorè”. E le energie, per Pogacar, sembrano non mancare.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *