Tadej Pogacar ha vinto il Giro d’Italia 2024, a Roma si impone Merlier

Pogacar Giro d'Italia 2024

Tadej Pogacar ha vinto il Giro d’Italia 2024. Il corridore sloveno della UAE Team Emirates ha vinto la maglia rosa succedendo nell’albo d’oro della corsa a un altro corridore sloveno, Primoz Roglic, che ha vinto la corsa lo scorso anno.

La tappa finale di Roma è stata vinta da Tim Merlier su Jonathan Milan: il corridore della Lidl-Trek è stato molto sfortunato, in quanto è stato vittima di una foratura all’inizio dell’ultimo giro del circuito finale. Nonostante sia riuscito a rientrare in gruppo e nonostante il grande lavoro della Lidl-Trek per lanciarlo nella posizione migliore, il friulano ha dovuto piegare il capo di fronte a Tim Merlier, che pareggia i conti delle volate: entrambi i corridori hanno chiuso con tre successi.

La passerella finale di 125 km a Roma è stata una pura e semplice formalità per Tadej Pogacar, che ha vinto il Giro d’Italia 2024. Considerando i grandi giri a tappe, il corridore della UAE Team Emirates ha portato a casa la terza grande corsa di tre settimane in carriera dopo i due Tour de France del 2020 e del 2021. Tra poco più di un mese, Pogacar sarà di nuovo in Italia per prendere parte alla Grande Boucle, con l’obiettivo di realizzare la doppietta 26 anni dopo Marco Pantani.

Riguardo la frazione di Roma, all’inizio dell’ultimo giro del circuito finale di Roma, quando sembrava tutto pronto per la volata finale, Jonathan Milan è rimasto vittima di una rottura della catena. Il corridore friulano ha fatto un vero e proprio miracolo rientrando in gruppo sfruttando la scia delle ammiraglie: i suoi compagni lo hanno aiutato alla perfezione nel finale, ma il corridore della Lidl-Trek ha pagato lo sforzo della rimonta e si è dovuto accontentare della seconda posizione. Grazie a questo successo, Tim Merlier chiude a pari merito con Jonathan Milan in termini di vittorie, tre a tre.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *