Tour 2024, Evenepoel dopo la crono: “Nessuna foratura, ecco cosa è successo”

Evenepoel foratura cronometro

Nel corso della prima delle due cronometro del Tour de France 2024, Remco Evenepoel ha alzato la mano, come a voler indicare una foratura. E’ accaduto a circa due chilometri e mezzo dall’arrivo. Il belga ha poi però continuato a pedalare, apparentemente senza alcun tipo di problema.

In un primo momento si era pensato che Remco Evenepoel, nel corso della cronometro odierna al Tour de France 2024, avesse potuto essere vittima di una foratura. Invece non è stato così. A spiegarlo è lo stesso corridore belga dopo la tappa.

“È stato pazzesco. Volevo partire forte, ma dovevo risparmiare energie per la salita, che era impegnativa. Poi c’è stata una discesa tecnica. Ho goduto ogni metro di questa cronometro individuale. Vincere qui oggi è fantastico.”

Il campione del mondo a cronometro ha poi spiegato cosa è successo. “Non è stata una foratura. Non so esattamente cosa sia successo. Credevo di aver sentito il rumore di una gomma che stava perdendo pressione, ma non è successo questo. Probabilmente è stato il rumore fatto da uno spettatore, magari sbattendo contro le transenne. Mi sono spaventato per un momento e ho perso il ritmo, ma dalla macchina mi hanno subito dato le giuste indicazioni.”

Alla fine, Evenepoel ha vinto con dodici secondi di vantaggio su Pogacar. “Tadej resta comunque abbastanza irraggiungibile, ma questo è il ciclismo. Non sai mai cosa può succedere. Più la corsa va avanti, meglio mi sento. Mi concentro sul podio. Ho le gambe per farcela e continuerò a lottare.” L’obiettivo dichiarato per Remco è quindi quello di conquistare un piazzamento sul podio finale di Nizza: considerando che la corsa si concluderà con una cronometro, potrebbe essere uno scenario ideale per il corridore belga, che potrebbe, in quella circostanza, colmare eventuali gap con gli avversari.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *