Tour de France 2024, parata Dsm-firmenich a Rimini: vince Bardet

Bardet Rimini

E’ di Romain Bardet la vittoria nella prima tappa del Tour de France 2024 con arrivo a Rimini. Una doppietta del Team Dsm-firmenich PostNL, con il francese che ha superato il proprio compagno di squadra Frank Van den Broek. Ottime indicazioni anche da Wout Van Aert, il quale, nonostante non sia al top della condizione, ha regolato la volata del gruppo conquistando la terza piazza davanti a Tadej Pogacar.

La prima tappa del Tour de France 2024 regala subito emozioni con l’impresa del Team dsm-firmenich PostNL. Frank Van Den Broek, partito in fuga, viene raggiunto a 50 chilometri dall’arrivo da Romain Bardet. Insieme, i due staccano gli altri fuggitivi e resistono al ritorno del gruppo, inclusa la minaccia di Ben Healy (EF Education – EasyPost). La tappa si conclude con una splendida doppietta per il team olandese, che beffa il gruppo, regolato da Wout Van Aert (Team Visma | Lease a Bike) su Tadej Pogacar (UAE Team Emirates). Il vincitore di giornata è anche il primo leader della corsa, con quattro secondi di vantaggio sul compagno e undici su Van Aert.

Dopo il lungo trasferimento da Firenze, la corsa parte con numerosi scatti. UAE Team Emirates controlla il gruppo, impedendo fughe numerose. Dopo 15 chilometri, un gruppo di sette corridori, tra cui Van Den Broek, riesce a guadagnare un margine interessante. Uno-X Mobility prova a movimentare la situazione senza successo, ma dopo 30 chilometri Jonas Abrahamsen (Uno-X Mobility) e Ryan Gibbons (Lidl-Trek) colmano il gap e raggiungono la testa della corsa durante la prima salita.

Mark Cavendish (Astana Qazaqstan) perde contatto. Per lui la giornata sarà un calvario. Con il ritardo salito oltre i sei minuti, Team Jayco – AlUla inizia a controllare la situazione, seguito da EF Education – EasyPost. Alberto Bettiol guida il gruppo, mettendo in difficoltà le ruote veloci. Dopo Cavendish, anche Fabio Jakobsen (Team dsm-firmenich PostNL) si stacca a oltre 150 chilometri dalla fine, mentre i battistrada lottano per la maglia a pois.

Izagirre, Abrahamsen e Madouas si contendono le volate per i GPM. Tuttavia, Izagirre perde il ritmo a 70 chilometri dalla conclusione. Rimangono in testa Madouas, Van Den Broek e Abrahamsen, mentre EF Education – EasyPost riduce il ritardo a due minuti all’imbocco della Côte de San Leo.

La Visma | Lease a Bike tenta di prendere il controllo, ma Romain Bardet (Team dsm-firmenich PostNL) parte e raggiunge Van Den Broek. Madouas e Abrahamsen lottano ancora per il GPM, con Abrahamsen che ottiene la maglia a pois. Nella discesa, Bardet e Van Den Broek riprendono Madouas e Abrahamsen, staccandoli definitivamente durante l’ascesa successiva.

Con il gruppo a 1’20”, Ben Healy (EF Education – EasyPost) prova ad avvicinarsi, ma il ritmo implacabile di Bardet e Van Den Broek lo costringe a rialzarsi. La coppia dsm continua a collaborare perfettamente.

A cinque chilometri dall’arrivo, i due hanno ancora 35 secondi di vantaggio. Ai tre chilometri finali, il margine è di venti secondi. All’ultimo chilometro, con Bardet stremato, i due tagliano il traguardo mano nella mano. Bardet vince la tappa e celebra con Van Den Broek, conquistando la sua prima Maglia Gialla nel giorno del suo ultimo Tour de France.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *