Ciccone costretto a 4 settimane di stop

Ciccone stop

Giulio Ciccone è costretto a uno stop di 4 settimane. L’annuncio è stato dato quest’oggi dalla sua squadra, la Lidl-Trek, con la quale avrebbe dovuto svolgere a breve un ritiro sul Teide. Non inizia quindi bene il 2024 di Giulio Ciccone, ma l’obiettivo sarà quello di recuperare in fretta in vista di una possibile partecipazione al Giro d’Italia.

Una ciste perineale ha costretto Giulio Ciccone a interrompere la preparazione in vista dell’esordio stagionale. A causa di una forte infiammazione, il corridore nella giornata di ieri, lunedì 5 febbraio, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per rimuovere la ciste. I medici hanno imposto una sospensione di quattro settimane da qualsiasi allenamento in bicicletta, a seconda anche degli sviluppi post-operatori. Seguirà la fase riabilitativa.

Ciccone, quindi, non prenderà parte al ritiro in altura sul Teide come previsto e, considerata la durata dello stop, sono in stand-by sia il debutto stagionale (inizialmente previsto alla Tirreno-Adriatico) che la partecipazione alle altre gare di primavera. Ulteriori aggiornamenti verranno forniti nelle prossime settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *