CommenTour – Cofidis, il cuore oltre l’ostacolo

E pensare che lo scorso anno, di questi tempi, la Cofidis stava lottando per non retrocedere nella categoria Professional. Non solo la squadra francese è riuscita a rimanere nel World Tour, con tutti i benefici che ne derivano, ma ha anche preparato davvero nel dettaglio l’appuntamento con questo Tour de France. Domani, nel giorno della festa nazionale francese, al foglio firma di partenza la squadra potrà ricavarsi un bello spazio di visibilità nella corsa più importante al mondo. E non è poco.

Come ha spiegato anche Luca Gregorio in telecronaca a Eurosport, insieme a Riccardo Magrini, la Cofidis quest’anno sta sicuramente correndo con la testa più sgombra rispetto allo scorso anno, quando bisognava fare dei calcoli matematici al termine di ogni gara per evitare una possibile retrocessione. Ora il team regala spettacolo: prima con un bel successo di Victor Lafay nella seconda tappa, ora con il bel trionfo di Ion Izagirre.

Nella frazione di oggi era poi presente all’attacco anche Guillaume Martin, un altro corridore dal quale ci si aspetta un bel colpo nei prossimi giorni. Il corridore francese può essere in grado di vincere una tappa, magari anche una di quelle più impegnative, soprattutto se dovesse centrare un’altra fuga. Ma a questa Cofidis sta riuscendo tutto in maniera facile: chissà che non possa arrivare anche il tris in patria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *