CommenTour – Philipsen sa gestire la pressione?

Philipsen

La sensazione che si ha avuto in queste ultime due tappe del Tour de France è che Jasper Philipsen non sia del tutto in grado di gestire la pressione. E’ lui il velocista più forte del Tour de France, ha vinto quattro tappe e indossa la maglia verde, quindi è normale che “Jasper disaster”, come viene soprannominato nella serie Netlix, sia il ciclista più marcato del gruppo nelle tappe di pianura.

Già ieri l’episodio che lo ha visto coinvolto con Eekhooff non è passato inosservato, proprio per niente: oggi, poi, a un certo punto non faceva altro che borbottare durante l’inseguimento dei tre fuggitivi che sono andati a giocarsi la tappa. Capiamo perfettamente che un velocista non dovrebbe farsi carico di un inseguimento, ma la frazione odierna era molto più simile a una classica che ad una tappa del Tour de France.

L’immagine che ne esce è quindi quella di un Jasper Philipsen sicuramente fortissimo, ma che deve ancora maturare tanto sotto vari livelli. In primis quello agonistico, anche perchè le volate che ha vinto sono andate bene in porto, ma non sono state del tutto impeccabili. Insomma secondo luogo, deve gestire la pressione di correre come uomo più forte, con tutto ciò che ne deriva. La Alpecin-Deceuninck ha molto da lavorare su questo, ma siamo sicuri che, vista anche la giovane età del ragazzo, ci possano essere grandi margini di miglioramento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *