Evenepoel: “E’ bello cambiare la maglia iridata per la maglia rosa”

Remco Evenepoel è la prima maglia rosa del Giro d’Italia. Una prova stratosferica nella prima tappa della corsa rosa gli ha permesso di conquistare fin da subito la leadership, scavando un bel solco con gli avversari. In particolare, hanno dovuto pagare dazio Primoz Roglic, a 43″, e Geraint Thomas, a 55″. Ma il Giro d’Italia è appena iniziato e anche la maglia rosa può cambiare da un giorno all’altro.

“E’ sempre bello iniziare con una vittoria un grande giro – ha spiegato Evenepoel dopo il successo – vincere poi una cronometro con degli avversari così importanti dà morale a tutto l’ambiente”. Anche il belga è sorpreso del ritardo di Primoz Roglic, considerato anch’egli grande favorito della vigilia per il successo finale: “Sono sorpreso che Roglic abbia perso questi secondi. Ho provato a dare il massimo fin da subito e cercare di amministrare il vantaggio in salita. Tutto è andato come nei piani”.

maglia rosa Evenepoel

Il Giro è solo all’inizio, ma è importante partire con il piede giusto: “E’ un grande onore per me vincere la tappa e vestire la maglia rosa, anche se l’obiettivo primario è indossarla a Roma. Da oggi in poi cercherò di godermi ogni momento in maglia rosa, è bello cambiare la maglia iridata con questa di leader della classifica generale. Cercherò di mantenerla il più possibile, anche se le tappe di Melfi e Lago Laceno potrebbero essere caratterizzate da molti attacchi e potrei perdere la maglia rosa”.

Da buon ex calciatore, però, il sogno di Evenepoel è “arrivare a Napoli con la maglia rosa: sarebbe bello vestirla nella città dove è stato vinto lo scudetto pochi giorni fa”.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *