Evenepoel: “Stavo per dire sì al Tour de France, ma poi…”

Evenepoel Tour de France

Remco Evenepoel avrebbe potuto gareggiare al prossimo Tour de France, ma il belga ha poi preferito rinunciare. Molti appassionati che hanno seguito l’ultimo Giro d’Italia erano convinti del fatto che Remco si sarebbe potuto presentare alla prossima edizione della Grande Boucle: quella che poteva essere solo una voce, si sarebbe potuta trasformare in realtà, salvo poi scontrarsi con varie situazioni, alcune delle quali interne alla stessa Soudal Quick-Step.

In un’intervista a CyclingNews, il campione del mondo ha spiegato: “Dopo il ritiro dal Giro d’Italia, è stata valutata la possibilità di prendere parte al Tour de France. Ne abbiamo parlato, ma abbiamo subito convenuto che era meglio non partecipare alla corsa francese. Aveva preparato nel dettaglio il Giro d’Italia e dopo la positività al Covid sono stato 10 giorni senza bici. Su di me c’è molta pressione, non avrei potuto prendere parte alla corsa francese senza aspettative e senza una preparazione specifica. I miei compagni, inoltre, stanno preparando ormai da aprile l’appuntamento con il Tour, e la mia presenza avrebbe scombussolato i piani”.

Evenepoel ha parlato anche della sua presenza al Giro di Svizzera. Dopo il ritiro dal Giro d’Italia al termine della nona tappa, vinta e con la maglia rosa sulle spalle, c’è molta curiosità attorno a Remco. “Per le mie condizioni attuali, il secondo posto dietro a Kung è un bel risultato”, ha spiegato l’iridato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *