Fiorelli: “Mi sono beccato due cellulari in faccia, ma sono ancora qui”

Non solo la caduta nel finale, ma anche due cellulari in faccia. Filippo Fiorelli è stato suo malgrado protagonista di una delle tante cadute della giornata di ieri, al termine della frazione di Salerno. Il corridore della Green Project Bardiani CSF è caduto proprio sulla linea del traguardo, in quanto Mark Cavendish, che gli è piombato addosso, aveva perso il controllo della propria bicicletta.

Fiorelli

Alla partenza della tappa odierna a Napoli, Fiorelli ha affermato di aver preso “parecchie botte. Vedendo le immagini sui social e in tv posso dire di essere fortunato ad essere al via quest’oggi. Vedremo oggi come andrà, di sicuro ho molti dolori”. Il corridore ha anche spiegato che “nel finale mi sono ritrovato contro la transenna, avevo già iniziato a spostarmi d’istinto proprio perchè avevo visto che Cavendish aveva perso il controllo della bici. Poi, mentre cadevo, mi sono ritrovato due cellulari in faccia”.

Come è possibile vedere nella video intervista, Filippo Fiorelli raccomanda a tutti di non sporgersi con i cellulari lungo la linea del traguardo, al fine di non avere ulteriori ostacoli in caso di incidenti come ieri. Secondo il sito Cyclinside.it, sembra che una donna abbia riportato la frattura del braccio.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *