Freccia Vallone 2024, grande vittoria di Williams

Stephen Williams, corridore della Israel Premier Tech, si è aggiudicato la Freccia Vallone 2024. Il corridore è il primo britannico nella storia capace di vincere la classica del Muro di Huy. Il successo è arrivato al termine di una giornata molto brutta dal punto di vista del meteo, in quanto alla partenza sono addirittura scesi dei piccoli fiocchi di neve mischiati ad acqua.

L’intera Freccia Vallone 2024 è stata quindi caratterizzata dal freddo, il che ha reso la giornata molto dura per tutti: solo 44 corridori sono riusciti a concludere la classica del muro di Huy, che quest’oggi è stato scalato per 4 volte dal gruppo. Alla fine, come di consueto, la corsa si è risolta sull’ultimo passaggio sul muro, con Williams che ha lanciato un attacco molto importante negli ultimi metri. Una sparata micidiale, che ha permesso al britannico di alzare le braccia al cielo indossando la giacca antipioggia e i guanti invernali.

Kevin Vauquelin, corridore francese della Arkea-B&B Hotels, ha ottenuto la seconda piazza, mentre Maxim Van Gils ha chiuso terzo. Uno dei grandi favoriti della vigilia, Benoit Cosnefroy, è quarto, subito davanti a Santiago Buitrago. Il migliore degli italiani è stato Davide Formolo, in 24/a posizione finale.

E’ un anno molto importante questo per Stephen Williams. Dopo la vittoria dello scorso anno all’Arctic Race of Norway, in questa stagione il corridore della Israel Premier Tech ha conquistato il Tour Down Under, con una vittoria di tappa. Williams ha vinto la Freccia Vallone, togliendosi una soddisfazione immensa, dopo aver lavorato per molti anni come gregario: chissà che anche domenica alla Liegi-Bastogne-Liegi non possa tentare un colpaccio. Di sicuro, la concorrenza sarà molto più agguerrita: il ritorno di Tadej Pogacar e Mathieu van der Poel, con un Tom Pidcock che sicuramente correrà in maniera diversa (oggi si è ritirato), potrebbero aggiungere pepe alla quarta classica della stagione.

Tra le donne, il successo alla Freccia Vallone è andato a Kasia Niewiadoma, la quale, nello sprint a tre, è stata la più fresca e pimpante. La polacca ha superato Demi Vollering ed Elisa Longo Borghini, ancora una volta in grande spolvero nelle classiche del Nord.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *