Giro di Svizzera 2024, prosegue il dominio UAE Team Emirates

Svizzera 2024 UAE

L’UAE Team Emirates ha continuato a dominare al Giro di Svizzera 2024, con João Almeida che ha conquistato la vittoria nella breve tappa di 42,5 chilometri a Blatten. Il 25enne portoghese ha staccato il compagno di squadra Adam Yates negli ultimi metri, segnando il suo ritorno alla vittoria dopo oltre un anno. Yates mantiene comunque la maglia di leader nella classifica generale, con un vantaggio di 27 secondi su Almeida. Egan Bernal (Ineos Grenadiers), quarto nella tappa dietro Mattias Skjelmose (Lidl-Trek), conferma il terzo posto nella generale a 1’28” dalla Maglia Gialla.

La tappa è iniziata con un ritmo serrato e alcuni corridori hanno subito tentato l’allungo, formando un gruppo di quattro attaccanti: Alexis Renard (Cofidis), Stefan Bissegger (EF Education-EasyPost), Frank Van Den Broek (Team dsm-firmenich PostNL) e Anders Flodager (Team Jayco AlUla). Renard ha perso contatto rapidamente, lasciando i tre al comando con un vantaggio di soli 20 secondi. Vari tentativi di inseguimento da parte di Raul Garcia Pierna (Arkéa-B&B Hotels), Cees Bol (Astana Qazaqstan) e Ayco Bastiaens (Soudal-QuickStep) sono stati vani e si sono esauriti a 30 chilometri dall’arrivo.

Il vantaggio di Bissegger, Van Den Broek e Flodager è aumentato fino a un massimo di 1’15”. Tuttavia, l’UAE Team Emirates ha mantenuto il controllo, riducendo il gap nel tratto di fondovalle e discesa prima della salita finale. Ineos Grenadiers ha poi aumentato l’andatura, con Bissegger che ha staccato Van Den Broek e vinto i due sprint intermedi. Successivamente, l’elvetico ha ridotto il ritmo, lasciando Van Den Broek solo al comando a cinque chilometri dall’arrivo.

Con Ineos che ha rallentato, l’UAE Team Emirates è tornato davanti con Isaac Del Toro che ha imposto un ritmo elevato, riducendo il vantaggio di Van Den Broek sotto i 30 secondi. A circa 4000 metri dall’arrivo, Adam Yates ha lanciato un attacco, distanziando Van Den Broek e ottenendo un vantaggio su Skjelmose, Bernal e Almeida, che hanno risposto prontamente. Yates ha staccato Van Den Broek ma non è riuscito a distanziare il terzetto inseguitore, con Skjelmose che ha svolto tutto il lavoro di inseguimento.

Negli ultimi due chilometri, Bernal ha tentato di avvicinarsi a Yates, ma è stato ripreso da Skjelmose e Almeida. Quest’ultimo ha quindi accelerato, raggiungendo il compagno di squadra a 900 metri dall’arrivo e aumentando il ritmo. Yates ha tentato di dare il cambio ma si è staccato leggermente negli ultimi 300 metri.

Almeida ha proseguito a un ritmo sostenuto, tagliando il traguardo per primo. Yates ha chiuso al secondo posto, con un ritardo di 4 secondi, mantenendo comunque la maglia di leader della classifica generale. Skjelmose ha distanziato Bernal nel finale, conquistando il terzo posto con un ritardo di 9 secondi, mentre il colombiano ha terminato quarto a 15 secondi.

Tra gli altri piazzati, Lenny Martinez (Groupama-FDJ), Tom Pidcock (Ineos Grenadiers), Enric Mas (Movistar), Matthew Riccitello (Israel-Premier Tech), Pelayo Sanchez (Movistar) e Felix Gall (Decathlon Ag2r La Mondiale) hanno completato la top-10 di giornata, con un ritardo tra i 30 secondi e il minuto.

L’UAE Team Emirates ha dimostrato ancora una volta la sua forza nelle tappe in salita, consolidando le posizioni di vertice nella classifica generale del Giro di Svizzera 2024.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *