Giro di Svizzera 2024, Yates e Almeida dominano la scena

Adam Yates e Joao Almeida hanno dominato la quinta tappa del Giro di Svizzera 2024, mettendo in scena una straordinaria performance per la UAE Team Emirates. Yates ha vinto in solitaria, seguito dal compagno di squadra Almeida, che ha mantenuto un ritmo costante e ha recuperato terreno sui rivali, assicurandosi il secondo posto davanti a Egan Bernal (Ineos Grenadiers). Matthew Riccitello (Israel Premier Tech), che aveva attaccato all’inizio della salita finale, ha chiuso in quarta posizione. Con questa vittoria, Yates ha consolidato il suo primato nella classifica generale, aumentando il margine su Almeida a 35 secondi e su Bernal a 1’11”.

La tappa è iniziata con una fuga composta da otto corridori: Axel Laurance (Alpecin-Deceuninck), Simon Guglielmi (Arkéa-B&B Hotels), Alexey Lutsenko (Astana Qazaqstan Team), Simone Velasco (Astana Qazaqstan Team), Ben Zwiehoff (Bora Hansgrohe), Johan Price Pejtersen (Bahrain Victorious), Lawson Craddock (Team Jayco – AlUla) e Damien Howson (Q36.5 Pro Cycling Team). Tuttavia, con l’inizio delle salite, il gruppo ha aumentato il ritmo, riducendo rapidamente il vantaggio dei fuggitivi. Al GPM, solo Lutsenko, Howson, Zwiehoff e Laurance sono rimasti in testa. Stephen Williams (Israel Premier Tech) si è unito a loro durante la discesa, seguito da Nans Peters (Decathlon Ag2r La Mondiale Team) e Louis Vervaeke (Soudal Quick-Step).

Sotto la pressione della Ineos Grenadiers, il gruppo ha recuperato tutti i fuggitivi tranne Lutsenko, che ha mantenuto un vantaggio di 17 secondi al vertice della salita. Nella discesa successiva, il gruppo principale ha raggiunto Lutsenko, mentre altri corridori si sono uniti al gruppo di testa. Lutsenko ha quindi rilanciato l’attacco, seguito da Einer Rubio (Movistar), Nans Peters e Stephen Williams. Johannes Staune-Mittet (Visma | Lease a Bike) si è unito ai quattro battistrada dopo un breve inseguimento, ma il gruppo principale, guidato dalla UAE Team Emirates, ha mantenuto un ritmo regolare, riducendo il loro vantaggio a circa un minuto.

Nell’approccio all’ultima salita, Rubio e Staune-Mittet hanno accelerato, seguiti da Lutsenko e Peters. Tuttavia, la mancanza di collaborazione tra i quattro ha permesso al gruppo principale di recuperare terreno rapidamente. Ai piedi del GPM, con il gruppo guidato dalla Ineos Grenadiers e dalla UAE Team Emirates, il vantaggio dei battistrada era ridotto a pochi secondi. Jan Christen (UAE Team Emirates) ha aumentato il ritmo per riprendere Rubio, l’ultimo a resistere, entrando negli ultimi dieci chilometri. Matthew Riccitello (Israel Premier Tech) ha attaccato, seguito da Matteo Badilatti (Q36.5 Pro Cycling), ma non è riuscito a mantenere il ritmo. Brandon Rivera (Ineos Grenadiers) ha mantenuto il gruppo compatto, e Joao Almeida ha ulteriormente aumentato il ritmo, staccando diversi corridori, tra cui Mattias Skjelmose (Lidl-Trek).

Negli ultimi tre chilometri, sei corridori erano in testa, con Almeida a fare il ritmo. A due chilometri dalla conclusione, Yates ha attaccato, seguito da Bernal e Mas che non sono riusciti a mantenere il passo. Almeida ha continuato a seguire il suo ritmo costante, staccando Bernal e Mas, e ha cercato di raggiungere Yates negli ultimi 500 metri. Adam Yates ha quindi vinto in Svizzera davanti ad Almeida, mentre Bernal ha chiuso a 16 secondi. Il colombiano ha trovato le energie per staccare Mas nel finale, con Riccitello che ha chiuso in mezzo. La vittoria di Yates ha consolidato la sua leadership nella classifica generale, con un margine di 35 secondi su Almeida e 1’11” su Bernal.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *