Giro d’Italia, tutta pianura fino a Caorle

Caorle

Dopo l’arrivo in salita sul monte Bondone, il Giro d’Italia arriverà a Caorle affrontando una tappa caratterizzata da discesa e pianura.

Tappa priva di GPM tutta sostanzialmente in lievissima discesa. Si percorre la Valsugana nella prima parte fino a Bassano del Grappa con un breve tratto lungo la strada a scorrimento veloce (ss.47) per immettersi nelle provinciali parallele con carreggiata più stretta e in discreto stato di manutenzione. Si attraversano quindi la pianura vicentina e trevigiana su strade rettilinee ben pavimentate e con pochissime curve fino a raggiungere il Lido di Jesolo dove inizia il tratto finale lungo il litorale.

Come in tutte le tappe con molti abitati, da segnalare i consueti ostacoli atti a rallentare il traffico. A circa 23 km dall’arrivo passaggio su un ponte di barche con lieve restringimento della carreggiata.

Ultimi chilometri cittadini a Caorle con 4 curve a raccordare altrettanti rettilinei. Strade mediamente larghe, fondo buono. Rettilineo finale di 600 m su asfalto largo 8 m. La partenza è prevista per le 12.45.

Lungo il percorso è presente la ciclopista della Valsugana, che collega Pergine con il suo cristallino Lago di Caldonazzo e la splendida Bassano del Grappa, è un vero e proprio paradiso per tutti gli appassionati delle due ruote a pedali: 80 km lungo i quali si intrecciano cultura, storia e paesaggi naturali davvero unici a cavallo tra Trentino e Veneto.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *