Red Bull – Bora, Denk smentisce gli arrivi di van Aert e Pidcock

Amstel Pidcock

Ralph Denk, team manager della Red Bull-Bora-hansgrohe, ha negato la possibilità di ingaggiare Tom Pidcock e Wout van Aert. Recentemente, voci di ciclomercato avevano suggerito che questi corridori potessero unirsi al team in seguito all’annuncio di Red Bull come nuovo partner principale. Dal 29 giugno, quando il Tour de France 2024 partirà dall’Italia, la squadra sarà ufficialmente denominata Red Bull – Bora – hansgrohe.

L’ingresso di Red Bull come nuovo sponsor e proprietario ha alimentato le speculazioni sul possibile ingaggio di Pidcock e van Aert, entrambi sponsorizzati da Red Bull. Tuttavia, Denk ha chiarito che gli accordi di Red Bull con questi atleti sono separati dalla partnership con Bora-hansgrohe. Van Aert ha un contratto con la Visma – Lease a Bike fino al 2026, mentre Pidcock è legato alla Ineos – Grenadiers fino al 2027. In un’intervista alla tv belga Sporza, Denk ha spiegato che la collaborazione di Bora-hansgrohe è con la sede centrale di Red Bull in Austria, mentre van Aert e Pidcock hanno accordi rispettivamente con Red Bull Belgium e Red Bull UK.

Denk ha inoltre precisato che non ci sono state discussioni sull’acquisizione di questi corridori durante le riunioni della squadra con Red Bull. Ha sottolineato l’importanza di rispettare i contratti in vigore e, nonostante il nuovo budget e le opportunità portate dall’arrivo di Red Bull, ha ribadito che la squadra non intende interferire con gli accordi attuali dei corridori.

Grazie all’ingresso di Red Bull, la Red Bull – Bora – hansgrohe avrà a disposizione un budget di 46 milioni di euro, diventando così la seconda squadra di ciclismo più ricca al mondo, subito dopo la Ineos-Grenadiers che dispone di 50 milioni di euro.

Le speculazioni sull’interesse di Bora-hansgrohe per Van Aert e Pidcock erano emerse a seguito dell’annuncio dell’acquisizione di Red Bull. Sebbene la presenza di tali atleti sarebbe vantaggiosa per qualsiasi squadra, Denk ha chiarito che ogni azione sarà conforme alle normative e ai contratti esistenti. Questa dichiarazione è volta a placare le voci e a dimostrare la trasparenza e la correttezza della squadra nelle loro operazioni. In passato, Denk si era lamentato del modo in cui Cian Uijtdebroeks aveva lasciato la squadra per unirsi alla Visma – Lease a Bike, necessitando di un accordo tra le parti, visto che Uijtdebroeks era ancora sotto contratto con il team tedesco. Nel ciclismo, la risoluzione anticipata dei contratti è complessa e richiede la volontà di entrambe le parti.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *