Tour 2024: si ferma a baciare la moglie, multa a Julien Bernard

L’UCI ha inflitto una multa di 200 franchi svizzeri a Julien Bernard (Lidl-Trek) dopo che il ciclista francese si è fermato ad abbracciare la moglie e a festeggiare con i suoi fan sulle strade di casa durante la settima tappa del Tour de France 2024.

Bernard si è goduto un “momento da sogno” nella parte in salita del percorso a cronometro, a mezz’ora da casa sua, con amici e familiari che costeggiavano ogni centimetro della strada applaudendo “Julien!” e tenendo cartelli con la scritta “Allez JB” al suo passaggio.

“Non vedevo l’ora che arrivasse questo giorno. Sapevo che mia moglie e i miei amici avrebbero fatto qualcosa durante la crono”, ha detto Bernard.

“Ho iniziato abbastanza velocemente, e poi ho voluto godermi ogni secondo di questa salita con i miei amici e tutta la mia famiglia. È stato un momento da sogno per me.”

Ma l’euforia è stata evidentemente troppo per l’organismo di governo del ciclismo, che ha punito il francese dopo la tappa per “comportamento sconveniente o inappropriato durante la gara e danno all’immagine dello sport”, secondo il rapporto della giuria.

Questa è la stessa regola citata per la multa inflitta a Davide Ballerini nella quinta tappa, dopo che si era fermato a bordo strada per vedere il suo compagno di squadra Mark Cavendish sfrecciare verso una vittoria storica.

“Alla fine, ho visto che non ero poi così indietro in classifica. Quindi è andato tutto bene. Una giornata perfetta per me.”

Una giornata così perfetta al Tour che Bernard sarebbe disposto a ripetere nonostante l’UCI gli abbia inflitto una multa per un momento così commovente.

“Scusate, ma cosa era? Vi amo così tanto”, ha detto Bernard in un tweet iniziale, prima di rispondere sarcasticamente all’organismo di governo. “E mi dispiace UCI Cycling per aver danneggiato l’immagine dello Sport. Ma sono disposto a pagare 200 CHF ogni giorno e rivivere questo momento”.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *