Tour 2024, vomito in corsa per Mark Cavendish

Cavendish squadra

Partenza difficile per Mark Cavendish al Tour de France, con conati di vomito in gara. Il 39enne dell’Isola di Man ha avuto problemi già sulla prima salita, il Valico Tre Faggi, affrontata dopo 40 chilometri della tappa iniziale, da Firenze a Rimini.

Il velocista britannico non è riuscito a mantenere il ritmo del gruppo e ha affrontato la salita insieme a quattro compagni di squadra dell’Astana Qazaqstan: Davide Ballerini, Michele Gazzoli, Cees Bol e Michael Mørkøv. L’obiettivo del team era far arrivare Cavendish entro il tempo massimo, stimato in circa 50 minuti, in una giornata resa particolarmente difficile sia dal percorso ondulato dell’Appennino sia dalle temperature elevate, che hanno raggiunto i 36°C.

Nonostante il supporto dei compagni, Cavendish ha avuto conati di vomito e ha mostrato segni di crisi totale. Oltre alla pesantezza delle gambe, ha sofferto di problemi di stomaco, vomitando durante la discesa del Valico Tre Faggi, come documentato dalle riprese televisive.

La giornata difficile dell’Astana Qazaqstan è continuata con il ritiro di Michele Gazzoli, uno dei gregari di Cavendish, a circa 80 km dal traguardo. Il ritiro di Gazzoli, combinato con i problemi di Cavendish, suggerisce possibili difficoltà interne al team, che ha attribuito l’abbandono del giovane bresciano alla sofferenza causata dal caldo intenso.

Il calvario di Cavendish è proseguito per il resto della tappa, accumulando un ritardo di oltre 15 minuti dai primi. I suoi compagni hanno cercato di rinfrescarlo costantemente versandogli acqua addosso.

Mark Cavendish, a 39 anni, è tornato al Tour de France con l’obiettivo di ottenere la sua 35esima vittoria di tappa, superando il record che attualmente condivide con Eddy Merckx a 34 vittorie. Dopo aver sfiorato il traguardo nel 2023, prima di essere costretto al ritiro per una caduta, il 2024 non sembra però essere iniziato nel migliore dei modi per lui.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *