Giro 2024: spartitraffico non protetto, tre corridori della Israel non ripartono

Giro Israel

Al Giro d’Italia 2024, tre corridori della Israel Premier Tech sono stati costretti a non partire per la sesta tappa a seguito delle cadute subite ieri, quando, durante la quinta tappa, loro e altri corridori sono stati coinvolti in un incidente con uno spartitraffico non protetto. Le conseguenze più gravi sono state per Nadav Raisberg, Michael Woods e Riley Pickrell, tutti della squadra Israel Premier Tech, che ora si trova ad affrontare la corsa rosa con soli cinque corridori.

Lo spartitraffico, come evidenziato dal video, non era protetto nonostante fosse situato in mezzo alla strada, in un tratto in cui i corridori viaggiavano a velocità elevata. L’incidente è avvenuto durante la quinta tappa del Giro d’Italia 2024, da Genova a Lucca, conclusa con la vittoria del francese Benjamin Thomas. La tensione è aumentata durante la salita di Montemagno, uno dei tratti più impegnativi per i corridori. In quel momento, alcuni corridori si sono trovati improvvisamente di fronte allo spartitraffico senza poter evitare l’incidente.

Inizialmente, la squadra Israel Premier Tech ha annunciato il ritiro di Woods, il quale aveva l’obiettivo di conquistare una tappa per entrare nel club prestigioso dei vincitori di almeno una tappa in tutti i Grandi Giri. Tuttavia, è stato costretto a lasciare la corsa dopo la quinta tappa. Nonostante abbia completato la tappa di ieri, Woods non è riuscito a partire per la sesta tappa da Viareggio a Rapolano Terme a causa delle sue condizioni precarie, che non si sono sufficientemente migliorate per consentirgli di gareggiare. È stato applicato il protocollo in caso di commozione cerebrale.

Nella sesta tappa del Giro d’Italia 2024, la squadra Israel Premier Tech ha perso anche Nadav Raisberg, vittima delle cadute di ieri, che ha subito la frattura dell’osso piramidale della mano destra. Per Raisberg, classe 2001, questo Giro rappresentava il debutto in una grande corsa a tappe della sua carriera, essendo stato scelto come unico rappresentante del suo paese.

Successivamente, la squadra ha annunciato che Riley Pickrell, coinvolto anche lui nelle cadute di ieri, si è unito agli altri due compagni in infermeria. Anche per lui si trattava del primo grande Giro della sua carriera. Dopo aver subito gravi danni al viso durante l’incidente, ha avuto una notte per valutare le sue condizioni. Purtroppo, le condizioni non gli hanno permesso di ripartire. Nonostante il gonfiore si fosse ridotto e sembrasse che potesse riprendere la gara, lo staff medico ha notato sintomi di commozione cerebrale e ha preferito non rischiare.

Inoltre, Florian Lipowitz della Bora-hansgrohe non ha preso parte alla sesta tappa del Giro d’Italia perché non si è sentito bene.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *