Gp Liberazione 2024, doppietta Biesse Carrera con Donati e Montoli

Liberazione Biesse Carrera

Si chiude con la doppietta della Biesse Carrera il Gran Premio Liberazione 2024. L’edizione numero 77 del mondiale di primavera ha visto andare in porto la fuga, con il successo di Davide Donati, che si è imposto davanti al proprio compagno di squadra Andrea Montoli. 19 anni, al primo anno nella categoria Under 23, Donati si è imposto allo sprint di gruppo dei fuggitivi, mettendo la sua ruota davanti a quella del compagno di squadra. Chiude in terza posizione Federico Biagini, corridore della VF-Bardiani-CSF.

Come di consueto, il Gran Premio Liberazione ha regalato molte emozioni: la corsa si è distinta per la fuga che è andata via nelle fasi centrali, con il vento che ha fatto spaccare in più parti il gruppo principale in più circostanze. La Biesse Carrera è partita per il Gran Premio Liberazione con l’obiettivo di non far concludere la corsa in volata: per questo motivo, si sono susseguiti numerosi attacchi, mentre da dietro nessuna squadra è riuscita a prendere in mano la situazione per tenere la corsa cucita.

Tra i più vivaci la giovane stella della pista azzurra Etienne Grimod (Biesse Carrera) ma la svolta è giunta a cinque giri dalla conclusione, quando sono andati via in undici: Owen Colen (UAE Gen Z), Jose Ramon Muniz (Petrolike), Gianmarco Carpene (Trevigiani Marchiol), Giovanni Zordan (Zalf Euromobil Fior), Christian Bagatin (MBH Colpack Ballan), Federico Biagini e Matteo Scalco (VF Bardiani Csf Faizanè), Marco Andreaus e Thomas Capra (CTF), Davide Donati e Andrea Montoli (Biesse Carrera).

Nella terzultima tornata la sfiammata di Bagatin e Donati ha propiziato uno sfilacciamento del drappello di testa e l’esplosione totale del gruppo, con continui tentativi di allungo. In pochi chilometri il tandem al comando è stato raggiunto da Andreaus, Biagini e Montoli, quindi sono stati in cinque a essere salutati dalla campanella del giro decisivo. Allo sprint, Donati si è imposto di prepotenza davanti al proprio compagno di squadra.

Per Davide Donati si tratta di un successo davvero importante: il corridore è al primo anno nella categoria Under 23 e ha spiegato che “l’obiettivo principale di quest’anno è prendere il diploma, sono al quinto anno di liceo scientifico e devo ancora finire la scuola, poi vedrò quello che riuscirò a fare. Sicuramente la stagione è partita molto bene, con due secondi posti alla Coppa San Geo e al Giro del Belvedere. Non avevo mai corso il Gran Premio Liberazione, nemmeno da Juniores o da Allievo, quindi non conoscevo il percorso: è un tracciato molto tecnico e credo che le mie abilità da biker mi abbiano aiutato molto. Per ora sono concentrato sul ciclismo su strada perchè è difficile conciliare le due attività, ma spero in futuro di poterci riuscire”.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *