Pedali Ekoi non permessi, ciclisti corrono a comprarsi le scarpe

Ciclisti scarpe

I pedali Ekoi non sono permessi in gara e quindi i ciclisti sono dovuti correre a comprare delle scarpe nuove, oltre che recuperare dei pedali con un attacco differente. E’ quanto accaduto pochi giorni fa all’Etoile de Bessegs, corsa partita con un giorno di ritardo a causa dell’annullamento della prima tappa e conclusasi domenica con la vittoria finale di Mads Pedersen.

I ciclisti della formazione Nice Métropole Côte d’Azur avevano in programma di gareggiare con un prototipo dell’Ekoï PW8, un nuovo set di pedali di Ekoï, che dovrebbero uscire sul mercato a settembre. I pedali si distinguono per la loro forma allungata e richiedono delle scarpe adatte per l’utilizzo con questo attacco.

I commissari dell’UCI al seguito della gara hanno comunicato al team che i loro corridori non potevano usare quei pedali. Di conseguenza, la squadra ha dovuto cercare in fretta e furia non solo dei pedali, ma anche delle scarpe nuove.

I ciclisti della Nice Métropole Côte d’Azur hanno ricevuto in prestito pedali da altre squadre. Alcuni hanno anche avuto delle scarpe in prestito dai loro avversari, mentre altri si sono precipitati a comprarle nuove ad una bancarella situata nei pressi della partenza. Alla fine tutto si è risolto per il meglio e i corridori hanno potuto gareggiare.

I pedali Ekoi in questione non sono vietati, ma sono in attesa dell’autorizzazione dell’UCI per l’utilizzo in gara.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *