q Rubio: "Pinot era il più forte, mi sono gestito meglio" - Ultimo Chilometro

Rubio: “Pinot era il più forte, mi sono gestito meglio”

Valle d'Aosta

Alla sua seconda vittoria stagionale, Einer Rubio non nasconde di avere un forte legame con l’Italia. Vincitore da Under 23 del Gran Premio Capodarco e secondo al Giro d’Italia Under 23 nel 2019, il colombiano è uno dei corridori sui quali la Movistar punta molto per il futuro per ciò che concerne le grandi corse a tappe.

“Questo è il grande giorno che stavo cercando da tanto tempo – ha affermato Rubio dopo la vittoria a Crans Montana – ho lavorato così duramente per prepararmi a questo Giro. Il meteo è stato un ostacolo importante, ma sapevo che dovevo continuare a provare, cercando la mia opportunità, e oggi l’ho avuta. Grazie a Dio ea tutti coloro che mi sostengono. Il mio sogno si è avverato oggi”.

Einer Rubio

Nel finale di Crans Montana, Einer Rubio è riuscito a superare con un bellissimo scatto Thibaut Pinot: “Sapevo che Pinot era il più forte, e anche Cepeda era uno da tenere d’occhio. Dovevo lasciare che facessero il loro gioco e aspettare il traguardo. Adesso la vittoria è nostra, quindi godiamoci questo successo!”

Rubio, come accennavamo in precedenza, è senza dubbio uno degli uomini da tenere maggiormente d’occhio in vista del futuro nelle grandi corse a tappe. Dopo il successo dello scorso febbraio allo UAE Tour, era sembrato maggiormente consapevole dei propri mezzi: “Sono stati anni difficili, ma ora sono sulla strada giusta”, aveva spiegato il corridore della Movistar, che aveva preparato nel dettaglio l’appuntamento con la corsa rosa. Adesso che è arrivata l’immensa soddisfazione di una vittoria di tappa, il colombiano può davvero progettare il futuro con maggiore calma e serenità. Verosimilmente, dovrà migliorare nelle cronometro, ma è anche vero che parliamo di un ragazzo di 25 anni con importanti margini di crescita davanti a sè. La vittoria è arrivata, chissà che non possa arrivare qualche altra soddisfazione nell’ultima settimana del Giro d’Italia.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *