Tirreno-Adriatico 2024, presentazione tappa Sassoferrato-Cagli

Sassoferrato-Cagli

Arrivo in salita oggi alla Tirreno-Adriatico 2024. La sesta frazione avrà inizio da Sassoferrato e si concluderà a Cagli, in cima al Monte Petrano, dopo 180 chilometri e un dislivello complessivo di 3100 metri. Questa tappa sarà determinante per decretare il vincitore della Corsa dei Due Mari, anche se appare chiaro che Jonas Vingegaard, dopo il successo di ieri, abbia messo una grossa ipoteca sulla corsa.

Il percorso inizia con leggere salite fin dalla partenza da Sassoferrato, seguite da alcuni strappi e saliscendi che potrebbero spingere qualche corridore a tentare la fuga. Il primo GPM di giornata, La Forchetta, sarà affrontato a 66,9 chilometri dal via. Dopo una discesa e un tratto relativamente tranquillo, la strada riprende a salire con le salite di San Gregorio e Valico di Monte Romualdo, precedendo l’ascesa di Pian di Trebbio dove si trova il traguardo volante dopo 140,6 chilometri.

La strada scenderà per poi risalire bruscamente con il ripido strappo di Moria, affrontato a circa 26 chilometri dal traguardo. Da qui si scenderà nuovamente per raggiungere Cagli, da dove inizierà la salita finale. Gli ultimi 10,1 chilometri saranno caratterizzati dall’ascesa al Monte Petrano, con una pendenza media dell’8.1%. I primi chilometri sono i più duri, con punte fino al 12%, mentre la seconda parte, con numerosi tornanti, presenta una salita più costante. La pendenza diminuirà nei pressi del traguardo che decreterà il vincitore della Corsa dei Due Mari.

La tappa prevede l’orario di partenza alle 12:00 e l’orario di arrivo previsto tra le 16:40 e le 17:15. La diretta TV e lo streaming saranno disponibili su Rai 2, Eurosport 2 e Eurosport Discovery+ tra le 15:35 e le 17:35.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *