Tour de France, Pogacar ribalta tutto e vince la tappa del Tourmalet

Pogacar

Signore e signori, giù il cappello davanti a questi corridori. Siamo solo alla sesta tappa del Tour de France e lo spettacolo non manca giorno dopo giorno. Al termine dell’ennesima tappa pazzesca, Tadej Pogacar è andato a vincere a Cauterets-Cambasque dopo il duro colpo di ieri, nella frazione di Laruns, dove è apparso in difficoltà rispetto a Jonas Vingegaard. E invece, a 24 ore di distanza, lo sloveno della UAE Team Emirates ha messo al tappeto Jonas Vingegaard e tutta la Jumbo-Visma, che può comunque consolarsi con la maglia gialla del danese.

La tappa di Cauterets-Cambasque ha regalato davvero molte emozioni. Nelle fasi iniziali si è formata una fuga molto folta portata via da Wout Van Aert e Julian Alaphilippe. Da segnalare che ha seguito la corsa anche il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, presente in ammiraglia con Christian Prudhomme, direttore del Tour.

Mentre Alaphilippe e altri corridori della fuga perdevano terreno proprio sul Tourmalet, affrontato dopo l’Aspin, negli ultimi chilometri della salita Sepp Kuss ha spianato la strada a Jonas Vingegaard. Mancavano ancora 50 km al traguardo, ma in quel momento il danese e Pogacar rimangono da soli a inseguire il gruppo di testa, che pian piano si sfalda. Wout Van Aert affronta piano la discesa del Tourmalet per aiutare il proprio compagno sulla salita finale a Cauterets-Cambasque: nonostante il grande sforzo, Van Aert, il vero grande protagonista di questa tappa e di tutto questo avvio di Tour de France, riesce a rimanere in testa fino a poco più di 4 km dal traguardo.

Quando il belga si sposta, Vingegaard appare molto nervoso. Non si capisce perchè, ma il vincitore del Tour 2022 rimane lì davanti insieme a Tadej Pogacar, che a poco più di 2 km dal traguardo lo lascia sul posto con uno scatto secco. Lo sloveno va a vincere la tappa con un inchino sotto lo striscione del traguardo: battuto il capitano della Jumbo-Visma, squadra che ha provato in tutti i modi a vincere, senza però riuscire nell’impresa.

Jai Hindley, che stamattina era partito con la maglia gialla, taglia il traguardo a 2’39” da Pogacar, mentre Vingegaard accusa 24 secondi. La nuova classifica generale vede il danese nuova maglia gialla del Tour de France con 24″ di vantaggio su Tadej Pogacar e 1’34” su Jai Hindley. Giornataccia per Giulio Ciccone, che chiude a oltre 10 minuti di ritardo, lui che fino a stamattina era terzo in classifica generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *