Tour: Kwiatkowski vince, Pogacar recupera altri otto secondi

Tour

Rivincita Ineos-Grenadiers al Tour de France: Michal Kwiatkowski ha vinto la tappa del Grand Colombier, nel giorno della festa nazionale francese, coronando così la fuga di giornata. Ma si accende anche la lotta alla classifica generale, con Tadej Pogacar che ha lanciato una “rasoiata” delle sue a 500 metri dal traguardo rifilando quattro secondi a Jonas Vingegaard: insieme ai 4 secondi di abbuono, lo sloveno ha dimezzato il suo svantaggio rispetto alla maglia gialla. E domani si continua a salire.

Molto nutrita la fuga principale, con all’interno anche due corridori italiani, Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost) e Luca Mozzato (Team Arkéa Samsic). Insieme a loro c’erano Michał Kwiatkowski (INEOS Grenadiers), Quentin Pacher (Groupama – FDJ), James Shaw (EF Education-EasyPost), Kasper Asgreen (Soudal – Quick Step), Adrien Petit (Intermarché – Circus – Wanty), Mike Teunissen (Intermarché – Circus – Wanty ), Georg Zimmermann (Intermarché – Circus – Wanty) Nelson Oliveira (Movistar Team), Hugo Houle (Israel – Premier Tech), Maxim Van Gils (Lotto Dstny), Cees Bol (Astana Qazaqstan Team), Harold Tejada (Astana Qazaqstan Team ), Anthon Charmig (Uno-X Pro Cycling Team), Pierre Latour (TotalEnergies), Matej Mohorič (Bahrain – Victorious), Fred Wright (Bahrain – Victorious), Jasper Stuyven (Lidl-Trek).

Nel finale Kwiatkowski è stato molto bravo a gestirsi, andando a prendere una vittoria che vale oro per la Ineos-Grenadiers, visto che la squadra sta lottando possibile piazzamento sul podio con Carlos Rodriguez, ma un successo al Tour nel giorno della festa nazionale francese offre davvero una visibilità enorme.

Mentre il polacco andava a vincere, Tadej Pogacar ha sfruttato al massimo il lavoro di Simon Yates per lanciare un attacco nel finale: negli ultimi 500 metri il suo scatto è stato eccessivo per Vingegaard, che ha dovuto così cedere 4 secondi, più altri 4 a causa dell’abbuono valevole per il terzo posto di tappa.Ma la sfida è solo all’inizio, visto che domani ci sarà il difficile arrivo di Morzine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *