CDM ciclocross, ecco come potrebbe cambiare il prossimo anno

Coppa del Mondo ciclocross

La Coppa del Mondo di ciclocross potrebbe cambiare format. La notizia è nell’aria già da parecchio tempo, ma nel corso del mondiale che si svolgerà il prossimo fine settimana a Tabor, UCI e Flanders Classics stabiliranno il nuovo format della competizione crossistica che quest’anno ha fatto discutere corridori e appassionati. Sulla base delle presenze che si sono registrate nel corso di questa stagione, sembrerebbe quasi che la Coppa del Mondo di ciclocross stia perdendo appeal tra gli appassionati.

Coppa del Mondo ciclocross, come potrebbe cambiare

In vista della riunione del fine settimana a Tabor, sede di svolgimento dei mondiali di ciclocross, c’è un problema fondamentale da risolvere: trovare un compromesso tra le richieste dei team, che hanno chiesto all’Unione Ciclistica Internazionale un calendario più snello, e il contratto che il massimo organo internazionale del ciclismo ha in vigore con Flanders Classics, che organizza materialmente la manifestazione. Ad oggi sembrerebbe infatti difficile ridurre il numero di gare, a meno che non ci siano defezioni da parte dei comitati organizzatori. L’UCI potrebbe decidere di muoversi su un doppio fronte: in primo luogo potrebbe decidere di innalzare il montepremi, al fine di invogliare i corridori a prendere ad un numero maggiore di gare. In secondo luogo, potrebbe collocare la maggior parte delle corse nel periodo tra dicembre e gennaio, periodo in cui i corridori che sono impegnati anche in altre discipline riescono a concentrarsi maggiormente sul ciclocross.

La discussione sul calendario

Aveva fatto discutere, nel corso dell’ultimo inverno, un’intervista rilasciata da Peter Van den Abeele, responsabile del ciclocross per l’Unione Ciclistica Internazionale, il quale aveva affermato che “i corridori vedono la Coppa del Mondo di ciclocross come un gioco”. Tutto era nato dal fatto che Thibau Nys e Lars Van der Haar avevano dichiarato apertamente che non avrebbero affrontato l’intera stagione di ciclocross. Al di là delle sue dichiarazioni, bisogna sottolineare che il ciclocross sta attraendo il pubblico soprattutto grazie alla presenza dei corridori che si destreggiano anche su strada, ci riferiamo a Mathieu Van der Poel, Wout Van Aert e Tom Pidcock. Lo abbiamo notato ampiamente nel corso della stagione: a Benidorm, in occasione della gara vinta da Van Aert, c’era il tutto esaurito a bordo circuito. Per la Coppa del Mondo in Val di Sole, che era collocata nel corso del ponte dell’8 dicembre, ha visto un numero esiguo di spettatori sul percorso.

Nuovi punteggi per la Coppa del Mondo di ciclocross?

Il nuovo calendario potrebbe essere quindi maggiormente concentrato nei mesi di dicembre e gennaio, senza toccare però gli appuntamenti in America, che resteranno collocati a inizio stagione. Inoltre, in vista della riunione tra UCI e Flanders Classics, ci si attende anche un nuovo sistema di punteggi, che possa rendere ancora più attrattiva la Coppa del Mondo. Bisognerà quindi attendere ancora qualche giorno prima di avere delle risposte definitive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *