q Mondiali ciclismo, impresa Van der Poel: sua la maglia iridata - Ultimo Chilometro

Mondiali ciclismo, impresa Van der Poel: sua la maglia iridata

Van der Poel mondiali

Impresa di Mathieu Van der Poel al mondiale di ciclismo su strada per la categoria elite. Il corridore olandese si è imposto grazie a uno scatto lanciato a circa 20 km dal traguardo al termine di una gara corsa da tutte le nazionali con il coltello tra i denti, fin dai primi chilometri, con delle medie altissime che hanno messo tutti a dura prova.

Van der Poel, che ha attaccato quando mancava poco più di un giro alla conclusione, è anche stato vittima di una caduta mentre era solo in testa. E’ infatti finito a terra in quanto ha affrontato male una delle tante curve ad angolo retto che caratterizzano il circuito iridato. Nonostante questo, Van der Poel ha conquistato il suo primo titolo iridato elite su strada con una prova strepitosa, anche perchè aveva rotto la chiusura dello scarpino destro, ma nonostante questo è riuscito a guadagnare sugli inseguitori.

Il nuovo campione del mondo è stato a lungo inseguito dai tre corridori che erano rimasti con lui fino all’azione decisiva, azione che ha messo ko gli azzurri, in particolare Alberto Bettiol, che si era lanciato da solo in testa alla corsa a 50 km dalla conclusione. Wout Van Aert, Tadej Pogacar e Mads Pedersen hanno cercato in tutte le maniere di inseguire Van der Poel, ma il capitano Orange è stato bravo ad anticipare l’attacco decisivo, sferrato poco prima di una delle ascese più dure del circuito cittadino di Glasgow. Per quanto riguarda gli avversari, Wout Van Aert ha conquistato la medaglia d’argento, mentre Tadej Pogacar è andato a prendersi il bronzo davanti a Mads Pedersen.

In una corsa contrassegnata anche dagli uomini che hanno protestato per il clima a inizio gara, possiamo dire che nessun big ha deluso. Per Mathieu Van der Poel si tratta di una bella rivincita dopo il mondiale australiano dello scorso anno, dove nella notte precedente la gara è stato portato in questura e si è ritirato dopo pochi chilometri. Fino ad oggi per l’olandese è la stagione perfetta: dopo aver vinto la Milano-Sanremo e la Parigi-Roubaix, ora è arrivato anche il mondiale su strada. E tra pochi giorni cercherà la tripletta con il mondiale cross country, specialità dove lo vedremo all’opera anche a Parigi 2024.

Sostieni il lavoro di ultimochilometro.it con una semplice donazione con PayPal. Fai click sul pulsante qui sotto per aiutarci nel nostro lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *